La NASA ha scelto le missioni finaliste delle quali solo una partirà nel 2020

di

La NASA ha scelto due concept come finalisti per una missione che partirà nel 2020: la prima consiste nel riportare sulla terra il campione di una cometa e la seconda prevede l'invio di un drone che esplorerà l'abitabilità di molti siti sul gigantesco satellite che ruota attorno a Saturno, ovvero Titano.

Sono queste dunque le due missioni finali delle quali solo una sarà approvata e avviata nel 2020. La scelta della NASA è stata effettuata da ben 12 concept di missioni presentati ad aprile. Ma chi sono questi finalisti?

Comet Astrobiology Exploration Sample Return (CAESAR)

La missione CAESAR prevede di portare sulla terra un campione di 67P/Churyumov-Gerasimenko, una cometa che è già stata esplorata con successo dalla sonda ROSETTA dell'ESA (European Space Agency). L'idea è di riportare un frammento di questa cometa sulla terra per studiarne la sua composizione e le sue origini.

Dragonfly

Abbiamo già parlato di Dragonfly qui su Everyeye.it e nella news dedicata della quale vi abbiamo lasciato il link troverete tutti i dettagli ed un video al riguardo. Dragonfly è un drone quadrirotore il cui compito è esplorare la chimica prebiotica e l'abitabilità di decine di siti presenti su Titano, la luna più grande di Saturno. Per avere una panoramica più ampia sul perché Titano è un satellite interessante, vi rimandiamo al nostro speciale dedicato.

CAESAR e Dragonfly riceveranno i fondi alla fine del 2018 per continuare lo sviluppo concettuale delle missioni, ma nel 2019 ne verrà scelta solo una, che sarà avviata a metà del 2020. Per la missione selezionata è previsto un budget di 850 milioni di dollari. Anche le missioni Enceladus Life Signatures and Habitability (ELSAH) e Venus In situ Composition Investigations (VICI) avranno dei fondi per lo sviluppo delle idee.

FONTE: NASA
Quanto è interessante?
4