Nuova ritorsione degli hacker russi: pubblicati i dati degli 007 ucraini

Nuova ritorsione degli hacker russi: pubblicati i dati degli 007 ucraini
di

Mentre la guerra si continua a combattere sul campo, si muovono anche gli hacker e quest’oggi il quotidiano russo Kommersant spiega che il gruppo RaHDit ha pubblicato i dati personali di migliaia di 007 del Ministero della Difesa ucraino.

Nella fattispecie, si tratterebbe di agenti segreti della Main Intelligence Directorate (Gur). Per ognuno degli agenti è presente una scheda con informazioni personali come gli indirizzi di registrazione, i numeri di passaporto e telefono, l’identificazione individuale, gli indirizzi email e le posizioni del dipartimento.

Nel canale Telegram del gruppo, gli hacker evidenziano che i dati sono stati ottenuti grazie ad una vulnerabilità dell’infrastruttura digitale del Gur. RaHDit spiega che l’intelligente “è direttamente coinvolta nello sviluppo del nazionalismo, e i loro sabotatori minacciano la Russia”. L’autenticità dei dati, però, almeno al momento non è stata confermata o verificata in via ufficiale.

Non si tratta della prima volta che gli hacker russi finiscono coinvolti nel conflitto: qualche settimana fa su queste pagine abbiamo riportato la notizia relativa alla dichiarazione di guerra di Killnet a 10 paesi, tra cui figurava anche l’Italia, a cui è stato messo ko il sito web della Polizia di Stato. Tuttavia, in passato abbiamo anche spiegato come fa l’Ucraina a resistere agli hacker russi.

Quanto è interessante?
5