Scoperta una nuova specie della famiglia di scoiattoli volanti più rara del mondo

Scoperta una nuova specie della famiglia di scoiattoli volanti più rara del mondo
di

Il genere Biswamoyopterus è il più misterioso e raro tra tutti gli scoiattoli volanti. Comprende due grandi specie endemiche dell'Asia meridionale: lo scoiattolo volante di Namdapha (Biswamoyopterus biswasi) e lo scoiattolo volante gigante (Biswamoyopterus laoensis).

Per ogni esponente di queste due specie si conosce un singolo esemplare, uno scoperto nel 1981 e l'altro nel 2013 (per giunta entrambi morti). Nel 2018 però, è stato trovato un altro esemplare chiamato Biswamoyopterus nelle collezioni dell'Istituto di Zoologia di Kunming (KIZ).

Inizialmente, l'individuo è stato accostato allo scoiattolo volante "scomparso" Namdapha: una specie considerata in pericolo di estinzione a causa della caccia e della perdita dell'habitat, mai stato registrato dalla sua descrizione originale nel 1981 ed elencato tra le 25 specie "più ricercate" al mondo dalla Global Wildlife Conservation.

Uno sguardo più ravvicinato al campione, ha poi chiarito che lo scoiattolo esibiva una colorazione, oltre all'anatomia del cranio e dei denti, distinta da qualsiasi specie precedentemente conosciuta del genere.

Così, dei ricercatori cinesi decisero di condurre uno studio sul campo, per osservare direttamente questo misterioso esemplare. Qui la "caccia" diede i suoi frutti: i ricercatori riuscirono infatti a catturare un esemplare e a osservarne due.

Un terzo membro è stato quindi aggiunto alla famiglia: il Biswamoyopterus gaoligongensis, noto anche come scoiattolo volante del Monte Gaoligong, descritto nella rivista ZooKeys. "Le caratteristiche morfologiche del B. gaoligongensis sono più vicine allo scoiattolo volante Namdapha, ma sono ancora facilmente identificabili come specie distinta", spiega Quan Li, uno dei ricercatori.

Questa nuova specie sembra essere vulnerabile alle minacce antropogeniche, come la bonifica agricola e il bracconaggio, visto che vive nelle foreste a bassa altitudine in prossimità di insediamenti umani vicini. "Pertanto, c'è un urgente bisogno di studiare l'ecologia, la distribuzione e lo stato di conservazione di questo genere raro e molto bello", conclude l'autore principale.

Quanto è interessante?
5