Nuova strigliata dell'AGCOM agli operatori: stop agli abbonamenti premium indesiderati

di

Nuova strigliata da parte dell'AGCOM agli operatori telefonici del nostro paese. Questa volta sotto la lente del garante sono finiti gli addebiti indesiderati provocati dai servizi ad abbonamento premium non richiesti dagli utenti sule proprie SIM portatili. Si tratta infatti di una procedura che viene messa in atto da vari operatori.

Procedura che ha spesso mandato su tutte le furie gli utenti, i quali si sono ritrovati addebiti indesiderati sul proprio credito a causa di abbonamenti non richiesti che spesso si attivano sulle nuove SIM all'apertura di determinate applicazioni. Negli ultimi tempi però gli operatori si sono adeguati ed hanno anche proceduto ad effettuare i rimborsi. Tuttavia, secondo quanto affermato dall'AGCOM, è ora di dire basa a questa procedura, ed a tal proposito è già iniziata una sperimentazione che si concluderà entro la prime metà dell'anno e che porterà al test di una serie di misure volte ad "evitare attivazioni inconsapevoli di servizi premium non voluti o richiesti dai consumatori".

Nella delibera si legge che il nuovo modello mira a superare tutte quelle criticità nel processo di acquisto attraverso varie misure, tra cui la richiesta di un doppio click da parte dell'utente per confermare l'attivazione del servizio, e schermate aggiuntive contenenti informazioni e funzioni.

"Il primo click è utilizzato per tracciare l'azione dell'utente e raccoglierne il consenso all'addebito sul conto telefonico (ovvero per la richiesta di fornitura immediata del servizio con rinuncia al diritto di recesso), il secondo click per confermare la richiesta di acquisto" sostiene l'AGCOM, che nella delibera annuncia anche l'attivazione di un numero verde (800.44.22.99) che "consente all'utente di essere informato dell'attivazione di abbonamenti a servizi premium sulla propria utenza e di procedere, tramite digitazioni guidate, alla loro eventuale disattivazione. È prevista la possibilità di parlare con operatori di call center, presenti fra le ore 9,00 e le ore 21,00, a seguito alla richiesta di assistenza da parte dell'utente".

L'AGCOM, inoltre, sottolinea come "al fine di verificare il buon andamento della sperimentazione in corso, si invitano i soggetti interessati a segnalare alla casella mail sperimentazioneVAS@agcom.it eventuali criticità riscontrate sul funzionamento della nuova modalità di acquisizione del consenso, sul corretto funzionamento del numero verde e sul processo di disattivazione del servizio premium".

Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it