Nuove misurazioni di Hubble confermano che l'universo si sta espandendo troppo velocemente

Nuove misurazioni di Hubble confermano che l'universo si sta espandendo troppo velocemente
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Si credeva inizialmente che l'universo si stia espandendo ad una velocità di circa 67 chilometri al secondo per megapersec (quindi per ogni oggetto distante da noi 3.26 milioni di anni luce). Delle nuove misurazioni effettuate dal telescopio spaziale Hubble della NASA, hanno però confermato che questa espansione sta avvenendo più velocemente del 9%.

In questo studio, Adam Riess, professore di fisica e astronomia presso la Johns Hopkins University, e il suo team hanno analizzato la luce da 70 stelle nella nostra galassia vicina, la grande nube di Magellano, con un nuovo metodo.

Le stelle, si illuminano e si attenuano a velocità prevedibili che vengono utilizzate per misurare le distanze intergalattiche nelle vicinanze. Questo metodo è molto lungo da attuare, visto che Hubble può osservare solo una stella per ogni orbita di 90 minuti intorno alla Terra. Ma con questo nuovo metodo i ricercatori hanno osservato una dozzina di queste stelle nella stessa quantità di tempo.

Con queste nuove informazioni, il team ha poi confrontato i risultati ottenuti con altre osservazioni realizzate. I dati più precisi del team di Riess hanno portato ad un valore differente della costante di Hubble (una formula che calcola l'espansione dell'universo) da parte del satellite Planck dell'Agenzia spaziale europea (il satellite fornisce un ritratto di quello che è stato il Big Bang dopo 380.000 anni), adesso infatti sembra che la nuova stima si attesti a circa 74 chilometri al secondo per megaparsec.

"Se questi valori non sono d'accordo, diventa molto probabile che ci manchi qualcosa nel modello cosmologico che collega le due ere". Riess non ha una risposta del perché ci sia questa discrepanza, ma il suo obiettivo è quello di migliorare ancora di più il metodo di acquisizione delle immagini.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
9