Per il nuovo amministratore della NASA Plutone è nuovamente un pianeta

Per il nuovo amministratore della NASA Plutone è nuovamente un pianeta
di

Plutone è stato considerato per 76 anni il nono pianeta del sistema solare ma, nel 2006, è stato spogliato del suo status di pianeta: un giorno triste per ognuno di noi. Questo però non è andato giù al nuovo amministratore della NASA, Jim Bridenstine.

"Solo per farvelo sapere, dal mio punto di vista, Plutone è un pianeta", ha detto sabato durante un evento presso l'Università del Colorado Boulder. “Potete scrivere che l'amministratore della NASA ha dichiarato Plutone ancora una volta un pianeta. Sono fedele a questo concetto, è il modo in cui l'ho imparato e mi sono impegnato."

Prima del 2006, gli scienziati non avevano una definizione prestabilita di un pianeta. Ma poi un gruppo di ricerca, guidato dall'astronomo del California Institute of Technology Mike Brown, ha scoperto un oggetto nel nostro sistema solare che era più grande di Plutone, ma molto più lontano. Nonostante anch'esso orbiti nella parte esterna del sistema solare, la fascia di Kuiper.

Quindi, Brown e i suoi collaboratori avevano appena scoperto un nuovo pianeta?

Per chiarire la confusione, l'Unione Astronomica Internazionale (UAI) ha dato una definizione formale sia per i pianeti che per i pianeti nani, e sulla base delle nuove definizioni, Plutone non rientrava più tra i primi, i pianeti, ma tra i secondi, i pianeti nani.

A meno che la IAU non decida di riscrivere le sue definizioni, la tesi attualmente accettata è che Plutone non sia un pianeta. E se Bridenstine vuole negare queste definizioni, va bene, sarebbe ben lungi dall'essere il primo a contestare la degradazione, che non si basava sulla dimensione dell'oggetto, ma sul fatto che non era riuscito a liberare la sua orbita da altre rocce.

Ma il fatto che il capo dell'agenzia spaziale americana non cambierà opinione perché rimasto attaccato a ciò che gli è stato insegnato, probabilmente, durante la scuola elementare? È qualcosa di cui forse dovremmo preoccuparci. Per quanto dietro possa benissimo esserci un rilancio di immagine (sappiamo che Plutone è uno dei corpi celesti più amati, e ci sono state moltissime proteste da quando è stato declassato), o più semplicemente poteva essere una battuta per esprimere un affetto verso quella che potrebbe essere l'eccezione ad una regola che rimane valida. Vedremo!

Quanto è interessante?
6