Un nuovo motore potrebbe rivoluzionare le missioni spaziali

Un nuovo motore potrebbe rivoluzionare le missioni spaziali
di

Un nuovo motore, da montare sui razzi spaziali, potrebbe ben pestro rivoluzionare tutte le missioni nel vuoto cosmico, ma potrebbe anche rivoluzionare i nostri satelliti.

Nell’articolo sui motori Hall abbiamo visto come le missioni spaziali abbiano bisogno di molto tempo per essere svolte.

Questo concetto è vero, a maggior ragione se vogliamo raggiungere pianeti che sono molto lontani da noi. Anche solo per raggiungere Marte una nave spaziale deve viaggiare nel vuoto cosmico per mesi interi.

Per ovviare a questo problema America, Cina e Russia stanno lavorando per sviluppare missili alimentati dalla propulsione nucleare termica che, secondo il capo della NASA, Jim Bridenstine, potrebbe essere un motore rivoluzionario, un punto di svolta per l’agenzia spaziale e, forse, per i viaggi nello spazio.

Sembra che, per avvalorare il suo progetto, Bridenstine abbia tenuto un’importante conferenza su quanto sia importante, per il futuro delle missioni spaziali, il motore a propulsione nucleare termica.

Questi motori, montati su razzi, potrebbero dare il via alla costruzione di avamposti e insediamenti nello spazio non più confinati alla sola Terra come la SSI, ma su Marte, per esempio.

Inoltre, essi darebbero nuovo sviluppo anche ai satelliti in orbita intorno alla Terra.

L’urgenza di iniziare la ricerca su questi nuovi modelli di motori ha convinto anche il Congresso che sembra abbia sovvenzionato l’idea investendo ben 125 milioni di dollari nonostante l’agenzia spaziale non abbia chiesto un solo centesimo.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
10