Ecco un nuovo, sconvolgente video in 4K di un test nucleare eseguito nel 1958

di

Dopo la fine della Seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti d'America proseguirono il loro lungo e avanzato programma di ricerca per migliorare e rendere sempre più letali le cosiddette "bombe atomiche". Il video di oggi, restaurato in 4K, riprende uno dei test avvenuto nel maggio 1958.

In quegli anni erano moltissimi i test nucleari che venivano eseguiti nel Pacifico e al largo di isolotti disabitati, soprattutto perché - oltre alle migliorate bombe atomiche - c'era da sperimentare anche la più recente e terribile bomba termonucleare (o "bomba H"). Sebbene queste ultime non siano mai state utilizzate in combattimento, diverse "riproduzioni in scala" sono state testate e fatte esplodere nel corso degli anni '50-'60.

Il video di oggi è stato di recente restaurato e pubblicato dal canale YouTube Atomic Test Channel, e riprende quello che è probabilmente uno dei più famosi test nucleari avvenuti sott'acqua: il Wahoo Test. Tutta l'operazione era conosciuta come Operazione HardTack I, e incluse anche diverse esplosioni termonucleari.

La bomba ripresa nel video in questione però, è una atomica classica, della potenza di circa 9 chilotoni (due terzi della potenza di quella lanciata su Hiroshima) e conosciuta come Mk-7. Nonostante questa ridotta potenza, il filmato mostra con chiarezza la sconvolgente potenza dell'ordigno, riprendendo un'enorme colonna di vapore lanciata a più di 800 metri di altitudine.

La bomba era stata posizionata a circa 150 metri di profondità, a largo dell'Atollo di Enewetak (a NORD OVEST delle Isole Marshall). La tipica "bolla" espulsa dalla superficie del mare non è causata tanto dallo spostamento della massa d'acqua, quanto dalla repentina e violenta vaporizzazione dell'oceano sottostante. Questa bolla poi collassa, lasciando in un raggio di oltre 1 chilometro dalla deflagrazione quella che viene chiamata "piscina radioattiva".

Il test Wahoo era principalmente pensato per testare la violenza delle onde d'urto su navi nemiche e su possibili sottomarini emersi. Ovviamente fu un clamoroso successo, tanto che diverse strumentazioni che avrebbero dovuto rilevare l'intensità dell'urto non resistettero al colpo, e furono distrutte.

Qualora foste interessati, qui trovate il video segreto dello scoppio della bomba termonucleare più potente mai costruita.

Quanto è interessante?
4