Un nuovo studio riconsidera il 70% del nostro Universo con una nuova teoria

Un nuovo studio riconsidera il 70% del nostro Universo con una nuova teoria
di

Molti scienziati credono che il 70% del nostro Universo sia composto dalla cosiddetta "energia oscura", un meccanismo associato alla costante cosmologica, sviluppata da Einstein, che la considera un "potere cosmico" sconosciuto. Tuttavia, per adesso, questa energia oscura non può essere misurata direttamente, ponendo dubbi sulla sua esistenza.

Un nuovo studio dell'Università di Copenaghen ha testato un modello che sostituisce l'energia oscura con una materia oscura sotto forma di forze magnetiche. "Abbiamo rimosso l'energia oscura dall'equazione e aggiunto alcune altre proprietà per la materia oscura", afferma Steen Harle Hansen, professore associato presso il DARK Cosmology Center del Niels Bohr Institute.

Attualmente, secondo la maggior parte dei modelli cosmologici, l'Universo è formato dal 5% di materia normale (quella che compone stelle, pianeti e tutti gli altri corpi celesti), il 25% di materia oscura e il 70% di energia oscura. Nel nuovo modello, gli esperti hanno considerato che la materia oscura possa avere una qualità simile al magnetismo, sostituendola all'energia oscura.

"Si è scoperto che avrebbe esattamente lo stesso effetto sulla velocità di espansione dell'Universo, come sappiamo dall'energia oscura", spiega Steen Hansen. Questo meccanismo, però, deve ancora essere spiegato dai ricercatori e deve essere controllato in modelli migliori. "La nostra scoperta potrebbe essere solo una coincidenza. Ma se non lo fosse, è davvero incredibile. Cambierebbe la nostra comprensione della composizione dell'universo e del motivo per cui si sta espandendo", afferma infine lo scienziato.

FONTE: phys
Quanto è interessante?
5