di

Già nel primo trimestre, nonostante lo shortage di semiconduttori, si era registrato un corposo aumento delle spedizioni di schede video e, alla chiusura del secondo quarto, andiamo a vedere cosa suggeriscono le analisi di mercato.

Il rapporto fornito da Jon Peddie Research evidenzia un trend tutt'altro che negativo. Per la seconda frazione dell'anno infatti si evidenzia una crescita delle spedizioni persino superiore rispetto agli incredibili risultati del Q1, con un incremento anno per anno del 37% in riferimento allo stesso periodo e del 3,4% rispetto al primo trimestre del 2021.

Allo stesso modo, anche il mercato delle CPU sembra non conoscere tregua, con un incremento anno su anno del 42%. Si stima inoltre che nel corso del periodo di proiezione 2020-2025 si osserverà una crescita del 3,5% di sistemi con una GPU mentre il market share delle schede video discrete potrebbe arrivare al 25%.

Quanto ai singoli produttori, i tre principali player sembrano godere di un'ottima salute con AMD in crescita del 2,3%, Intel del 3,6% e NVIDIA del 3,8%. Si tratta di dati piuttosto curiosi dal momento che, come ricorda anche la fonte, solitamente il secondo trimestre è un periodo di flessione e non di crescita.

Quanto alle schede video discrete, AMD e NVIDIA si dividono il mercato rispettivamente al 17% e 83%, sia su desktop che notebook, mentre, se si prende in considerazione qualunque sistema sia dotato di un comparto grafico anche integrato, la supremazia di Intel appare incontrastata e inarrivabile con una quota del 68,29%.

Nel frattempo abbiamo provato a fare il punto della situazione sulla situazione per l'utente finale poiché, se l'industria sembra essere in un periodo di forte crescita, sugli scaffali la situazione è diametralmente opposta e, a quanto pare, anche il 2022 potrebbe essere un anno terribile per le GPU.

FONTE: VIDEOCARDZ
Quanto è interessante?
2
NVIDIA e AMD, continuano le spedizioni record di schede video