NVIDIA CMP 30HX, in vendita in alcuni store la prima GPU da mining di NVIDIA

NVIDIA CMP 30HX, in vendita in alcuni store la prima GPU da mining di NVIDIA
di

Ideate con lo scopo di mitigare lo shortage di schede video da gaming, le GPU della gamma NVIDIA CMP per il mining sono state presentate dal colosso americano insieme all'algoritmo anti-mining della RTX 3060.

La prima CMP 30HX, scheda entry level del segmento mining con architettura Turing e GPU TU116, è stata già avvistata tra le fila delle schede video di Gigabyte con raffreddamento custom Windforce, ma oggi abbiamo avuto modo di avvistare anche un modello di Palit, messo a listino da uno store arabo al prezzo di 2650 dirham che, al cambio diretto senza tasse e costi di importazione, equivalgono a circa 600 Euro.

Una cifra che ci lascia presagire dunque quale sarà lo scenario che ci aspetta quando tutti i produttori saranno pronti alla commercializzazione. C'è da dire che si tratta comunque di una sola eccezione e che ancora non abbiamo alcuna conferma ufficiale ne un prezzo consigliato da parte di NVIDIA, perciò tutto quello che viene riportato è da prendere con tutta la cautela del caso.

Ricordiamo che la GPU TU-116-100 si colloca nella fascia prestazionale che ospita già altre schede Turing come la 1650 e la 1660 Super. Il TDP di questa scheda video è di 125W, avrà 1408 CUDA Core con frequenza di base di 1530 MHz e 6 GB di memoria video GDDR6 a 14 Gbps.

Per quanto riguarda le prestazioni nel mining di Ethereum, si stima che la CMP 30HX possa produrre 26MH/s da ottimizzare ulteriormente, molto simile alla cugina GTX 1660 Super. Per comprendere meglio questi numeri, vi suggeriamo il nostro speciale sull'utilizzo delle GPU nel mining.

FONTE: WCCFTECH
Quanto è interessante?
2
NVIDIA CMP 30HX, in vendita in alcuni store la prima GPU da mining di NVIDIA