NVIDIA, è la fine di un'era: si interrompe la produzione di RTX 2060 e GTX 1660

NVIDIA, è la fine di un'era: si interrompe la produzione di RTX 2060 e GTX 1660
di

Dopo il mastodontico lancio della RTX 4090 di NVIDIA, pare che sia giunto il momento di una "ristrutturazione" interna alla lineup di schede video del colosso di Santa Clara. Nello specifico, sembra che il Team Verde metterà fuori produzione la RTX 2060 e la GTX 1660, due schede video amatissime dai fan.

La notizia è stata riportata dal portale cinese ITHome, che spiega che NVIDIA fermerà la produzione delle due GPU entro la fine del 2022, o al più per inizio 2023. L'obiettivo del colosso di Santa Clara sembra essere chiaro: lasciare spazio alle schede video della serie RTX 40, specie ora che il lancio delle NVIDIA RTX 4070 e 4060 per desktop e notebook si avvicina rapidamente.

In questo modo, si profila per il Team Verde un mercato in cui coesisteranno solo le RTX 30 e le RTX 40, pensionando definitivamente le due generazioni precedenti di schede grafiche: una mossa decisamente importante e gravida di implicazioni, specie se consideriamo che le due GPU che verranno messe fuori produzioni sono ancora molto amate dai fan, specie sui mercati orientali e nella fascia medio-bassa.

In altre parole, la mossa di NVIDIA potrebbe consegnare la fascia bassa ad AMD, la quale potrebbe a sua volta riguadagnare qualche punto percentuale ai danni di NVIDIA con il lancio delle Radeon RX 7000 mediogamma, programmato proprio per inizio 2023.

Le GPU che verranno messe fuori produzione saranno in totale sei, ovvero tre RTX 2060 (la RTX 2060 6 GB, la RTX 2060 12 GB e la RTX 2060 Super) e tre GTX 1660 (la GTX 1660, la GTX 1660 Ti e la GTX 1660 Super). Resta ovviamente da capire se la nuova generazione di schede video di fascia media e bassa del colosso di Santa Clara riuscirà a farsi amare dai fan quanto le proposte ormai finite in pensione.

FONTE: WCCFTech
Quanto è interessante?
3