NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti, ecco come se la cava in Ray Tracing senza l'aiuto del DLSS

di

La nuova RTX 3080 Ti porterà senza dubbio una ventata d'aria fresca in un mercato pesantemente colpito dalla carenza di GPU. Oggi, grazie a un nuovo video di NVIDIA GeForce e Bethesda, andiamo alla scoperta delle prestazioni in 4K della nuova scheda video presentata ufficialmente da NVIDIA.

Come già riportato su queste pagine, il gioiellino di id Software si è mostrato in tutto il suo splendore su una NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti.

I risultati espressi dalla nuova nata di casa NVIDIA sono a dir poco impressionanti. Il footage infatti è relativo alle prestazioni della 3080 Ti a risoluzione 4K con Ray Tracing attivo e DLSS disattivato, dunque si tratta di rendering a risoluzione nativa, senza alcun artificio di upscaling per rendere il lavoro meno impegnativo.

Con queste premesse, la 3080 Ti dimostra di essere in grado di mantenersi nella parte alta degli 80 FPS per la maggior parte del tempo, toccando vette di oltre 100 fotogrammi al secondo e un minimo intorno ai 75 nelle scene più concitate e ricche di dettagli.

Si tratta di risultati di altissimo livello, soprattutto per via dell'assenza del DLSS. Questo stress test è stato effettuato infatti per dimostrare la potenza di calcolo in locale di questo piccolo prodigio e l'ottimo lavoro svolto dai ragazzi di id Software in termini di ottimizzazione. Un potenziale sbalorditivo per questa generazione, che si preannuncia estremamente longeva proprio grazie al DLSS, tecnica di upscaling che è perfettamente compatibile con le nuove GPU NVIDIA per via della presenza dei Tensor Core e che potrà fornire una marcia in più quando necessario.

Quanto è interessante?
2
NVIDIA GeForce RTX 3080 Ti, ecco come se la cava in Ray Tracing senza l'aiuto del DLSS