NVIDIA: le limitazioni anti-mining riguarderanno solo la RTX 3060, per ora

NVIDIA: le limitazioni anti-mining riguarderanno solo la RTX 3060, per ora
di

L'annuncio delle limitazioni anti-mining di NVIDIA è stato accolto calorosamente dai videogiocatori, che sperano di poter trovare più facilmente le schede grafiche nei negozi. Della questione ha parlato Bryan Del Rizzo di NVIDIA, attraverso il proprio account ufficiale Twitter.

Del Rizzo, infatti, ha confermato tramite il social network che l'algoritmo che porta al dimezzamento del tasso di hash di mining almeno al momento riguarderà solo la RTX 3060, dove sarà estremamente difficile da eliminare visto che sarà integrato tra driver, scheda video e BIOS.

Il dirigente ha allontanato le indiscrezioni secondo cui NVIDIA potrebbe applicare la stessa limitazione anche alle GPU già vendute: "al momento siamo concentrati sulla RTX 3060. Non stiamo per limitare le prestazioni anche sulle GPU già in commercio" ha affermato. Quest'ultima notizia sicuramente non farà felici gli utenti, che speravano in una misura simile anche per le altre schede video già lanciate.

Non rappresenta più una sorpresa il fatto che la maggior parte delle GPU siano fine tra le mani di miner che sfruttano la loro potenza per estrarre criptovalute come Ethereum. Non è chiaro se NVIDIA abbia intenzione di estendere questa limitazione anche ad altri modelli di schede video, per ampliare la disponibilità per gli utenti "classici" e soprattutto i videogiocatori.

Quanto è interessante?
3