NVIDIA, le nuove GPU per l'IA sono in ritardo: lancio cinese slittato al 2024

NVIDIA, le nuove GPU per l'IA sono in ritardo: lancio cinese slittato al 2024
di

A metà novembre, NVIDIA ha annunciato le sue nuove GPU per l'IA, ovvero i chip HGX H200 e GH200. In parallelo, però, il Team Verde ha svelato anche tre schede video della serie H20, sempre pensate per l'Intelligenza Artificiale ma questa volta indirizzate specificamente al mercato cinese. Sfortunatamente, queste ultime sarebbero già in ritardo.

La notizia arriva da Reuters, ma prima di approfondirla occorre fare un passo indietro. Il 12 novembre, NVIDIA ha annunciato le GPU HGX H20, L20 e L2: si tratta di tre GPU per l'IA pensate per "aggirare" le sanzioni USA contro Pechino, risultando così pienamente esportabili (in modo legale, ovviamente) dall'America alla Cina. In precedenza, infatti, le sanzioni americane contro il Paese asiatico hanno colpito svariati prodotti targati NVIDIA, tra cui le GPU A800 e H800 di attuale generazione e persino la GeForce RTX 4090, considerata troppo potente per essere venduta sul mercato cinese.

Secondo Reuters, le GPU HGX H20, L20 e L2 sarebbero delle versioni cut-down dei chip A800 e H800, che dunque non superano i limiti massimi di potenza per l'esportazione verso la Cina. A quanto pare, però, il lancio delle tre schede video sarebbe slittato di qualche mese. Dopo un annuncio a metà novembre, gli esperti avevano previsto che la vendita di queste componenti sarebbe iniziata nel giro di poche settimane, forse già per la fine dello stesso mese.

Ora, invece, le previsioni rimandano tutto almeno all'inizio del 2024, molto probabilmente nei mesi di febbraio o di marzo. Sia la GPU H20 che la L20 dovrebbero dunque essere rilasciate prima della fine del primo trimestre del 2024 e prima della fine dell'anno fiscale in corso, mentre la GPU L2 - quella di fascia più bassa - potrebbe farsi attendere fino a metà 2024.

Reuters, tuttavia, non spiega i motivi che hanno spinto NVIDIA al posticipo delle sue nuove schede video per l'IA sul mercato cinese. Deve comunque trattarsi di ragioni di grande importanza strategica: la Cina è un mercato fondamentale per NVIDIA, con investimenti miliardari nel campo dell'IA (e, di conseguenza, del suo hardware) da parte delle big tech nazionali come Tencent e Alibaba.