NVIDIA Shield, addio allo streaming dei giochi: cosa succederà adesso?

NVIDIA Shield, addio allo streaming dei giochi: cosa succederà adesso?
di

All'alba del 2022 NVIDIA ha aggiornato tutti i dispositivi Shield, segno evidente di avere a cuore l'esperienza dei propri utenti e di non avere alcuna intenzione di lasciarne indietro qualcuno, alzando il livello dell'offerta fino ad Android 11 anche sul modello del 2015.

Tuttavia, qualcosa sta per cambiare e alcuni utenti potrebbero storcere il naso all'idea che il servizio GameStream possa terminare di punto in bianco sui propri device preferiti. Si tratta della feature di NVIDIA Games che consente ai possessori di Shield di streammare i giochi direttamente dal proprio PC all'interno della stessa rete locale, come accade per AMD Link e Steam Link (che tra l'altro NVIDIA suggerisce ai propri utenti di utilizzare al posto di GameStream).

La "console" di NVIDIA, in effetti, nasce con l'idea di portare il gioco in streaming tra le mani e nel salotto degli appassionati e la perdita di questo tassello per qualcuno potrebbe suonare come un parziale allontanamento dal suo target, ma non è affatto così.

In effetti, negli ultimi anni il team verde ha lavorato duramente per innalzare a dismisura la qualità del servizio offerto dalla piattaforma di Cloud Gaming, uno dei suoi attuali core business, anche e non solo con il lancio del tier RTX 3080 su GeForce NOW che ha messo sul piatto la riproduzione in 4K e 60 FPS in Cloud Gaming, il tutto a qualità elevata e con Ray Tracing, con l'aiuto della tecnologia proprietaria DLSS.

Il servizio sarà rimosso definitivamente a partire da febbraio 2023, mentre curiosamente AMD investe parte dei suoi sforzi per migliorare le funzionalità analoghe del servizio AMD Link, ora con capacità di encoding AV1 e supporto fino a 4 giocatori.