NVIDIA è al lavoro su un nuovo tipo di Antialiasing basato sul Ray Tracing

NVIDIA è al lavoro su un nuovo tipo di Antialiasing basato sul Ray Tracing
di

NVIDIA sta lavorando ad una nuova tecnica di antialiasing per migliorare il TAA (Temporal Antialiasing): nato come evoluzione di quest'ultimo, l'Adaptive Temporal Antialiasing sfrutta il ray-tracing in tempo reale per ridurre notevolmente le problematiche di blurring e ghosting di cui la tecnica TAA è affetta.

Rivelato in questo documento, il nuovo antialiasing si basa sul Ray-Tracing, tecnica molto diffusa per i rendering non in tempo reale. La base è la stessa del già noto Temporal Antialiasing: a discapito di una risoluzione più bassa, l'immagine viene filtrata per un risultato migliore e un impatto sulla scheda grafica inferiore. I problemi di blurring e ghosting del TAA sono però ben noti, e l'idea dell'ATAA nasce proprio per risolverli.

L'approccio dell'Adaptive Temporal Antialiasing è infatti ibrido: permette di implementare il ray-tracing nei giochi in modo veloce, migliorando gli effetti di luce e risolvendo i problemi che affliggono il TAA. Nei test effettuati risulta inoltre che può fornire gli stessi risultati di un SSAA 8x (Supersampling) con un valore di delay inferiore ai 33ms.

Questa tecnica rimane però ancora lontana dall'effettiva implementazione: al momento infatti nessuna scheda video è in grado di supportarla, ad esclusione della Titan V e, quasi certamente, delle prossime GPU in arrivo a breve, la cui presentazione è prevista entro fine agosto.

FONTE: Nvidia
Quanto è interessante?
4

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!

NVIDIA è al lavoro su un nuovo tipo di Antialiasing basato sul Ray Tracing