NVIDIA, torna la RTX 2060: questa volta però avrà 12GB di memoria

NVIDIA, torna la RTX 2060: questa volta però avrà 12GB di memoria
di

La storia di questa GPU si è intrecciata più volte con quella delle nuove schede video con architettura Ampere a causa dello shortage di semiconduttori. Di certo, la RTX 2060 è andata fuori produzione a dicembre, per lasciare spazio alla next gen, salvo poi tornare a risolvere la questione.

Per via della carenza e dell'aumento dei costi delle materie prime, delle problematiche di natura logistica e dell'ovvia congestione sulle linee produttive, infatti, NVIDIA ha riavviato la produzione della RTX 2060, con una vera e propria ondata di GPU Turing, per sospenderla nuovamente a giugno in funzione del ripristino della produzione della Serie 30.

Mentre la calda estate del 2021 si appresta a concludersi, con il ritorno allo smart working e alla didattica a distanza, sono ancora tantissimi gli utenti alla ricerca di una scheda video per completare configurazioni lasciate in sospeso ormai da mesi. Per questo motivo, NVIDIA starebbe pianificando un nuovo ritorno in produzione della RTX 2060, questa volta aggiornata ma sempre basata sull'ottima architettura Turing.

Il nuovo modello, il cui nome in codice sarebbe PG161, vanterebbe un taglio di memoria video da 12GB di tipo GDDR6. La GPU in questione rimane invece la stessa TU106-300 della scorsa generazione. Il nuovo taglio di memoria porterebbe la 2060 in linea con l'attuale reginetta della fascia media, la RTX 3060, ed entrambe su bus a 192-bit.

Un raddoppio nel totale della memoria disponibile renderebbe la RTX 2060 decisamente più al passo coi tempi. Si tratta probabilmente di una buona notizia per chi è interessato a questo segmento e alla reperibilità di qualsiasi soluzione, ma è evidente che questa mossa, qualora si dovesse concretizzare, andrebbe a confermare le prospettive già illustrate dal CEO di NVIDIA Jensen Huang su un 2022 terribile per le GPU.

FONTE: videocardz
Quanto è interessante?
2