Obiettivo Zero Emissioni: è il nuovo piano di Intel, rivoluzionerà il settore?

Obiettivo Zero Emissioni: è il nuovo piano di Intel, rivoluzionerà il settore?
di

Nel 2021 ci sono state emissioni record di CO2. Questo trend si scontra, fortunatamente, con alcuni esempi di condotta ecologica e con l'impegno di molti giganti dell'industria nel raggiungere l'azzeramento delle emissioni.

È il caso di Intel, che ha annunciato il suo piano per il raggiungimento delle zero emissioni nette di gas serra a livello globale entro il 2040. Un piano coraggioso, visti gli enormi sforzi che dovranno essere profusi per completarlo.

Questo programma stabilisce obiettivi per la riduzione dell'impatto ambientale della filiera di Intel, oltre a proporre la promozione di iniziative dedicate al cambiamento climatico e rivolte anche agli altri player del settore.

Pat Gelsinger, CEO di Intel, ha affermato che "l’impatto del cambiamento climatico è un problema urgente a livello globale. Proteggere il nostro pianeta richiede azioni immediate e un nuovo modo di pensare a come funziona il mondo. In qualità di azienda leader nella progettazione e produzione di semiconduttori, Intel è nell’esclusiva posizione di fare la differenza, non solo per quanto riguarda le proprie operazioni, ma anche aiutando clienti, partner e l’intera catena del valore a intraprendere azioni significative".

Ovviamente, nel piano del colosso tech ci saranno anche degli step intermedi. Tra questi, entro il 2030 si prevede di riuscire a utilizzare il 100% di energia da fonti rinnovabili, di costruire nuovi impianti che rispettino già in partenza gli standard del programma programma U.S. Green Building Council LEED e di avviare un'iniziativa congiunta di ricerca e sviluppo per l'individuazione di sostanze chimiche a minore impatto ambientale e di nuove tecnologie per l'abbattimento delle emissioni stesse.

Nel frattempo, ricordiamo che la Tasmania ha raggiunto le emissioni zero usando al 100% energie rinnovabili.

Quanto è interessante?
1