Obstacle Tower: il videogioco che non è pensato per gli umani, ma per le AI

Obstacle Tower: il videogioco che non è pensato per gli umani, ma per le AI
di

Obstacle Tower è un videogioco basato sulla generazione procedurale: ogni livello è più difficile di quello precedente, fino a raggiungere un livello di difficoltà così arduo da uscire dalle possibilità umane. E, infatti, non è pensato per i giocatori in carne ed ossa. Obstacle Tower è una palestra di allenamento per le intelligenze artificiali.

I videogiochi sono un campo estremamente allettante per le AI, i bot sofisticati in grado di imparare e perfezionarsi. Ce lo raccontano i traguardi delle AI di Deep Mind nei terreni virtuali di StarCraft II —di recente una AI ha umiliato alcuni dei pro-player più bravi al mondo— e quelli di OpenAI su Dota. Mentre la vittoria di una AI americana, sempre uscita dalle fucine di Google, contro il campione mondiale di GO è stata la goccia che ha scatenato l'orgoglio della Cina, che ora sul campo della intelligenza artificiale vuole la supremazia a livello mondiale.

Così non stupisce che dal mondo dei videogiochi ci arrivi un videogame che fa il passo successivo, escludendo proprio i giocatori in carne ed ossa, e aprendo le sue porte esclusivamente ai "robot". Figurativamente, perché in realtà il gioco sarà scaricabile gratuitamente da tutti. E lo potrete testare pure voi, ovviamente.

Obstacle Tower vuole diventare lo strumento di benchmark per le IA definitivo: vedere fin dove riesce a spingersi una intelligenza artificiale diventa il modo per giudicarne la "potenza". È un progetto nato dall'unione delle forze di Unity e Google.

Il gioco è in 3D e in prima persona, lo scopo è quello di risolvere degli enigmi e superare sfide platform, mentre alcuni nemici rendono ancora più arduo il tutto. Una sorta di Montezuma's Revenge —sintetizza The Verge.

Visto l'ambiente in continua mutazione, ogni livello è diverso da qualsiasi altro livello, combinando milioni di possibilità, Unity pensa che il suo gioco sia una ottima palestra di allenamento per i sofware, richiedendo, ad esempio, un ottimo livello di percezione degli spazi.

L'azienda ha provato a testare il gioco con alcuni umani, nessuno è riuscito ad andare molto lontano dal livello 15. Obstacle Tower è un progetto opern source, così altri programmatori e ricercatori possono modificare il software e personalizzarlo per renderlo uno strumento ancora più dinamico.

La sfida: Unity in un primo momento renderà disponibile i primi 25 piani (livelli) del gioco, e ogni team di ricerca o semplice amatore avrà fino al 31 Marzo per allenare le proprie IA. Dopo di che il gioco sarà sbloccato completamente, le IA che riusciranno a superare il centesimo piano della torre entro il 14 giugno faranno vincere una serie di premi in denaro (ma non solo) ai loro creatori.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
9