Occhio agli acquisti online: utente compra una RTX 3060 Ti e riceve... dei sandali!

Occhio agli acquisti online: utente compra una RTX 3060 Ti e riceve... dei sandali!
di

La NVIDIA GeForce RTX 3060 Ti è una delle GPU più amate (e più utilizzate) al mondo, nonostante la nuova serie RTX 40 sia sul mercato ormai da diversi mesi. Non stupisce dunque che siano in tantissimi ad acquistare una RTX 3060 Ti ogni giorni. E non stupisce, al contempo, che i truffatori si servano della domanda della scheda per fare soldi facili.

L'ultima storia a riguardo è stata riportata dal profilo X di I_Leak_VN, che ha pubblicato una foto di una custodia di una RTX 3060 Ti che, al posto della componente per PC, conteneva... dei sandali da donna! A corredo dell'immagine, l'utente ha spiegato che "un utente vietnamita è stato imbrogliato da un venditore thailandese, che gli ha inviato un paio di sandali al posto di una RTX 3060 Ti. La fonte è un mio amico su Facebook, non troverete il post originale!".

Nello specifico, sembra che un venditore thailandese abbia approcciato un utente vietnamita proprio su Facebook, proponendogli l'acquisto di una RTX 3060 Ti di Manli dopo aver scoperto che questi era interessato ad una nuova scheda video per il proprio PC. Dopo aver concluso la transazione, il venditore è scomparso dal marketplace di Facebook e ha inviato al compratore una scatola che conteneva un paio di sandali da donna al posto della GPU. Oltre al danno, la beffa: i sandali erano pure usati!

Il caso sembra isolato, fortunatamente, ma si tratta solo dell'ultimo esempio di truffe che hanno a che fare con le schede video di NVIDIA sui principali mercati asiatici. A gennaio, per esempio, vi avevamo raccontato di un utente che aveva acquistato una RTX 4090 senza GPU né RAM e che si era accorto del misfatto solo dopo aver collegato la componente al PC di casa.

Nonostante le truffe di questo tipo non siano molte, esse riaccendono l'attenzione sui rischi connessi alle truffe online, specie quando i prezzi dei beni acquistati e venduti sono particolarmente alti. Sui mercati asiatici, comunque, sembra che i raggiri legati alle schede video del Team Verde stiano aumentando, forse in risposta agli incrementi dei prezzi delle GPU NVIDIA di questi mesi (in larga parte connessi ai ban sugli export di NVIDIA verso la Cina imposti dalla Casa Bianca), che avrebbero spinto molti utenti verso il mercato dell'usato.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi