INFORMAZIONI SCHEDA
di

SpaceX è tornata nuovamente ad eseguire un test di volo su uno dei prototipi di Starship, e questa volta è toccato al modello SN11, proprio come vi avevamo anticipato qualche giorno fa. Il volo è stato eseguito oggi verso le ore 15:00 italiane, ma a quanto pare il razzo è andato distrutto.

Oggi a Boca Chica Village, Texas - dove risiedono gli stabilimenti dell'agenzia spaziale SpaceX - c'era un tempo davvero difficile da affrontare: visibilità estremamente ridotta e forti raffiche di vento. Nonostante questo, però, Elon Musk e soci hanno deciso che fosse comunque il giorno giusto per provare ad eseguire un test di volo suborbitale sul modello di Starship SN11. Tuttavia, non tutto è andato per il verso giusto.

Ancora non è chiaro cosa sia andato storto nella fase di atterraggio, ma è evidente che il prototipo ha mancato l'atterraggio: dalle telecamere di sorveglianza e quelle amatoriali appostate nei dintorni - nonostante l'intensa foschia - si possono distinguere diversi frammenti precipitare sul landing pad, destinato all'atterraggio di SN11.

Si aspetta ancora un comunicato ufficiale da parte di SpaceX o quanto meno un tweet di Elon Musk in persona che possa fornire più dettagli in merito all'accaduto. Bisognerà verificare innanzitutto cosa è andato storto, perché i segnali di tutte le telecamere sono andati perduti a meno di 1km di quota dall'atterraggio e soprattutto appurare se SN11 sia esplosa in aria oppure subito dopo aver toccato terra.

È certo che SpaceX abbia perso i contatti con il veicolo, e il "freeze" delle telecamere ne è - in parte - una prova. Sarà arrivato troppo violentemente al suolo come i suoi predecessori? O forse il problema è avvenuto nel sistema propulsivo e nei motori Raptor, che continuano ad essere tenuti sotto osservazione? Vi terremo aggiornati sui prossimi sviluppi.

Quanto è interessante?
2