L'Olanda indaga sull'App Store, forse viola le regole sulla concorrenza

L'Olanda indaga sull'App Store, forse viola le regole sulla concorrenza
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'Antitrust olandese indaga sull'App Store di Apple, l'azienda è sospettata di violare le regole sulla concorrenza favorendo i suoi servizi a discapito delle aziende concorrenti. La stessa accusa era stata lanciata pure da Spotify e Kaspersky.

L'indagine —apprendiamo dall'ANSA— nasce da uno studio di mercato che farebbe proprio ipotizzare una serie di abusi da parte di Apple. La tesi dell'Antitrust, che richiederà opportune e approfondite verifiche, è che Apple favorisca i propri servizi e le proprie app, sfavorendo quelle dei competitor. In questo modo Apple riuscirebbe a falsare la scelta dei consumatori.

L'indagine parte da Apple, ma potrebbe estendersi anche ad altri ecosistemi. Il prossimo a finire sotto la lente d'ingrandimento —spiega l'Autorità— potrebbe essere il Play Store di Google.

L'antitrust olandese dice che le aziende che vogliono sviluppare prodotti per gli iPhone e gli iPad dipendono interamente da Apple e dal suo App Store, non esistendo alternative di alcun tipo. "In questo modo Apple ha la possibilità di introdurre condizioni inique", che è esattamente quello che hanno recentemente sostenuto Spotify e Kaspersky.

Ad alimentare le perplessità dell'autorità è anche l'obbligatorietà dell'utilizzo dei metodi di pagamento Apple per le transazioni in-app, a cui le aziende sono costrette a corrispondere una fetta dei ricavi pari al 30%. Si stima che solo nel 2018 Apple abbia guadagnato dall'App Store la cifra mostruosa di 30 miliardi di dollari.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
4