Le ondate di caldo estremo saranno la nuova normalità? Siamo pronti?

Le ondate di caldo estremo saranno la nuova normalità? Siamo pronti?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Lo scorso mese di luglio (ed anche parte di giugno) ha segnato molti record in negativo a causa di ondante di calore estremo, siccità ed incendi che hanno spesso trovato tregua solo con sporadici e violenti temporali pieni di grandine. Una follia climatica che speriamo di aver superato. O forse no?

Purtroppo, gli scienziati ritengono che queste condizioni estreme si verificheranno sempre più spesso, con ondate di calore che aumenteranno in potenza e durata a causa del cambiamento climatico, e con un umanità che è assolutamente mal preparata nel gestire un tale tributo punitivo.

Marshall Shepherd, meteorologo presso l'Università della Georgia, ha affermato a US Today: "Non riesco neanche ad immaginare come potranno essere queste ondate di caldo in futuro".

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration, negli Stati Uniti, ad esempio, le temperature potrebbero aumentare di 3-12 gradi entro la fine del secolo. Con ondate di calore che avranno, ogni volta, un impatto brutale sulla vita quotidiana, sulla salute umana, sulla forza lavoro e sui trasporti.

Catherine McKenna, ex ministro dell'ambiente in Canada e presidente di una nuova task force delle Nazioni Unite sul clima, ha affermato affranta: "Non siamo assolutamente preparati. Come potremmo esserlo? Le nostre infrastrutture non sono progettate per il caldo estremo e le temperature che stanno aumentando così tanto e così a lungo".

Michael Mann, meteorologo della Penn State University, ha rincarato la dose: "Non c'è letteralmente alcun dubbio sul fatto che le ondate di calore stiano diventando più intense e frequenti non solo negli Stati Uniti ma in tutto il mondo, a causa del cambiamento climatico".

"Certo, queste ondate si verificano anche naturalmente. Ma non vedremmo questa ondata di caldo record, o la tristemente famosa "cupola di calore" senza precedenti dello scorso mese, se non fosse per il riscaldamento causato dall'uomo per la combustione di combustibili fossili", ha aggiunto.

Megan Kirchmeier-Young, ricercatrice presso Environment and Climate Change Canada, ha spiegato: "Ogni piccolo incremento di temperatura aumenterà esponenzialmente la frequenza e l'intensità delle ondate di calore, e dei suoi estremi, responsabili anche di un aumento della gravità della siccità ed un conseguente rischio di incendi sempre più elevato".

Ma come può prepararsi il mondo?

Servono investimenti urgenti e immediati, innanzitutto per prevenire i molti decessi dovuti al caldo, cercando di evitare che le città siano ancora più soggette al caldo estremo a causa dell'effetto "isola di calore urbana". Aree verdi, riciclo di acqua da piogge ed umidità, aria condizionata accessibile a tutti ed alimentata da fonti rinnovaibili.

Acciaio, cemento e altri solidi si espandono a temperature più elevate, provocando il sollevamento e la deformazione delle strade e il disallineamento delle linee ferroviarie. Mettendo sotto stress aviazione, ponti, treni, aree urbane, scuole e sistemi energetici.

Essere preparati per il futuro richiederà quindi anche nuovi materiali da costruzione, raffreddamento più efficiente e sistemi di allarme e risposta salvavita. Il caldo estremo non è solo mortale per gli individui ma anche incredibilmente costoso per le infrastrutture di cui non possiamo fare a meno.

Antonio Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite, ha affermato: "Questo che verrà dovrà essere il decennio dell'azione decisiva per il clima. Abbiamo una scelta. Azione collettiva o suicidio collettivo. È tutto nelle nostre mani".

D'altronde, anche l'Italia ha vissuto una follia climatica nelle ultime settimane. Speriamo di avere un po' di tregua.

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
5
Le ondate di caldo estremo saranno la nuova normalità? Siamo pronti?