Open Fiber sulla rete unica per la fibra ottica: "non serve fusione con TIM"

Open Fiber sulla rete unica per la fibra ottica: 'non serve fusione con TIM'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Si continua a parlare della possibile creazione di un'infrastruttura unica per la fibra ottica in Italia. Il piano del Governo non è cosa nuova e da tempo si parla dell'eventualità di una fusione tra TIM ed Open Fiber, con l'ingresso dello Stato attraverso Cassa Depositi e Prestiti. Da Open Fiber però arriva un'altra chiusura.

I colleghi di CorriereComunicazioni hanno messo le mani su una nota di Open Fiber in cui quest'ultima società ancora una volta sottolinea come la fusione con TIM non sia necessaria.

Se Tim avesse intenzione di proporre agli altri operatori un accordo di coinvestimento per la realizzazione di reti Ftth in aree non ancora servite o che non rientrano nei piani di altri operatori, ben potrebbe farlo, ovviamente nel rispetto della concorrenza e delle condizioni previste dal Codice europeo. Non si capisce però per quale motivo si renderebbe necessaria la fusione delle reti di Tim e di Open Fiber per far questo. Se l’obiettivo di Tim è quello di proporre un accordo di coinvestimento, Open Fiber può e anzi deve coesistere separatamente" si legge nella nota, in cui le fonti fanno notare che "il coinvestimento niente ha a che vedere con un progetto di rete unica, verticalmente integrata e controllata dall’incumbent, in cui confluisce l’intera rete in rame di quest’ultimo. Il coinvestimento presuppone l’esistenza di più operatori infrastrutturali, la rete unica è un monopolio".

Open Fiber osserva che nel caso in cui le parti fossero interessate e determinate a procedere con la rete unica, si è già proceduto a rilevare in molteplici occasioni che soltanto "un'entità wholesale-only potrebbe rivestire il ruolo di operatore infrastrutturale unico e non di certo un operatore verticalmente integrato".

In precedenza, il Ministro Patuanelli ha osservato che la rete unica in fibra ottica è un obiettivo del Governo.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
2