OpenAI, Elon Musk ha scaricato la startup dietro alla "pericolosa" IA genera fake news

OpenAI, Elon Musk ha scaricato la startup dietro alla 'pericolosa' IA genera fake news
di

Divorzio tra Elon Musk e OpenAI, la startup che sarebbe riuscita a creare una intelligenza artificiale in grado di creare da sola notizie verosimili. Il risultato era stato definito "così pericoloso da non poter essere divulgato". Sta di fatto che Elon Musk se ne è chiamato fuori, e non avrà più nessun ruolo in OpenAI.

Della intelligenza artificiale genera bufale —come è stata chiamata, con un po' di sensazionalismo— ve ne avevamo parlato proprio quattro giorni fa. Il software di OpenAI sarebbe in grado di creare testi che, almeno dal punto di vista della forma, risultano credibili e ben fatti.

L'IA di OpenAI è stata creata dandole in pasto oltre otto milioni di pagine web. Il lavoro finale non sarà rilasciato pubblicamente, c'era la paura che sarebbe potuta essere utilizzata per impersonare una persona con fini illeciti, o creare automaticamente fake news per scopi economici o politici.

Oggi sappiamo che Elon Musk con OpenAI che pure aveva contribuito ad avviare e sostenere economicamente, non ci vuole più avere nulla a che fare. Le motivazioni ufficiali di Elon Musk? Divergenze sulla direzione da far prendere all'azienda.

"Non ero d'accordo con parte di quello che il team di OpenAI voleva fare", ha detto su Twitter il patron di Tesla e SpaceX.

Pesano anche gli altri impegni di Musk, a cui evidentemente ha preferito dare precedenza: "mi sono dovuto concentrare su una moltitudine di problemi di ingegneria e produzione legati a Tesla e Space X", ha infatti aggiunto motivando la sua scelta di abbandonare completamente OpenAI.

A proposito di articoli giornalistici creati dalle IA, puoi leggere anche il nostro pezzo intitolato in modo molto eloquente "Ciao sono una intelligenza artificiale e ho scritto questo articolo!".

FONTE: Futurism
Quanto è interessante?
1