di

Conosciamo tutti l'esito della guerra del Vietnam. I Viet Cong, infatti, erano differenti dai nemici che avevano incontrato fino ad allora e per questo gli USA provarono a utilizzare tattiche non convenzionali. Proprio per questo motivo diedero il via all'Operation Wandering Soul (OWS), cercando di fare a pezzi il morale del nemico.

In poche parole, con questa operazione gli USA cercarono di distruggere psicologicamente i nemici, cercando di farli arrendere prima di iniziare lo scontro. In che modo? Gli USA decisero di mettere all'interno della foresta degli altoparlanti in cui riproducevano urli strazianti, demoniaci e di fantasmi.

La cultura vietnamita, infatti, richiede un'adeguata sepoltura per i morti e si ritiene che se ciò non sia fatto al meglio, l'anima del defunto continuerà a vagare per la terra diventando così una sorta di "anima errante", l'equivalente a un fantasma o spirito. Su YouTube è possibile trovare un filmato con i suoi riprodotti durante la notte e nel bel mezzo della giungla (potrete ascoltarlo qui sopra se non siete particolarmente suscettibili ai suoni "horror").

Nell'audio si potevano sentire frasi del tipo: "Amici miei sono morto e adesso sono all'inferno. Non finite come me. Andate via adesso prima che sia troppo tardi". Non è la prima volta che gli americani utilizzavano tattiche non convenzionali, durante la seconda guerra mondiale venne creato l'esercito fantasma... che prevedeva carri armati gonfiabili.

Questo metodo continuò anche in altri contesti. Gli USA, infatti, grazie a un disertore vietnamita vennero a sapere che alcuni soldati avevano subito un attacco da parte di alcune tigri. Così inviarono alcuni uomini dietro le linee nemiche per riprodurre il nastro del ruggito di una tigre: secondo quanto riferito 150 soldati Viet Cong decisero di lasciare la loro posizione sulla montagna per paura di essere uccisi dalle tigri.

Nonostante ciò, i rapporti relativi all'operazione OWS sono molto lacunosi, con alcuni che riferiscono come l'intera operazione sia stata inefficace. Effettivamente l'operazione si basava sulla convinzione che il nemico credesse a queste voci e suoni... senza interrogarsi minimamente sulla loro provenienza. Sicuramente una bella storia, ma che influì in modo minimo sulla guerra tra i due paesi.

A proposito di guerra, ecco a voi uno dei conflitti più ridicoli di sempre: la guerra delle uova del 1863.

Quanto è interessante?
3