Ecco l'opinione del divulgatore Bill Nye sul negazionismo scientifico

Ecco l'opinione del divulgatore Bill Nye sul negazionismo scientifico
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il famoso divulgatore scientifico Bill Nye, conduttore dello show "Bill Nye the Science Guy, ha recentemente espresso la sua opinione riguardo le posizioni negazioniste nei confronti di tutti dati scientifici, rispondendo all'intervista della giornalista Chelsea Gohd.

E' interessante come le domande abbiano seguito, in un certo senso, un filo logico scandagliato da punti ben precisi inerenti il ruolo della divulgazione scientifica e le conseguenze nate dalla sfiducia o totale negazione di alcune persone nei confronti del progresso scientifico.

Come affermato da Nye, nel mondo, fin dalle prime grandi scoperte del XIX secolo, sono sempre esistiti i negazionisti. Tuttavia, oggi questo fenomeno sembra esser diventato oggetto di discussione sia all'interno della comunità scientifica sia tra i cittadini comuni. Perché?

Il divulgatore sostiene che tutti noi stiamo vivendo in un periodo storico delicato. Dalla crisi economica del 2008 ad oggi, l'opinione pubblica è andata sempre di più a polarizzarsi su certe questioni e questo si è riflesso sulla politica.

Fin quando sono state poche voci, gli scienziati hanno cercato di metterci una pezza. Conosciamo quasi tutti un personaggio che, almeno una volta in tutta la sua vita, abbia detto qualcosa come:" La terra è piatta" oppure "Il cambiamento climatico non esiste". Tuttavia, quando leader di nazioni importanti, come gli Stati Uniti, hanno cominciato a mettere in dubbio la veridicità dei fatti scientifici, lì la situazione ha cominciato ad aggravarsi.

Le gravi conseguenze di certe affermazioni, o peggio, di certe politiche stanno solo seguendo il loro naturale corso di causa-effetto. Nye spiega che il suo obiettivo e di tutte le persone dietro lo show "Bill Nye the Science man" è quello di impedire che questo avvenga attraverso la divulgazione scientifica. Dalla correlazione tra la teoria della relatività di Einstein con i nostri nostri cellulari al tema degli OGM, il programma vuole fare informazione e mostrare che il ruolo della scienza nella nostra società è quello di migliorare la vita di tutti, non ostacolarla.

Una frase riassuntiva del suo discorso potrebbe essere: "Quando rinneghi la conoscenza raggiunta attraverso il metodo scientifico, ci ostacoli nell'andare avanti".

Ed è proprio dell'avanti, del futuro, su cui il divulgatore manifesta la sua più sincera preoccupazione. Egli ritiene che i giovani un giorno riusciranno a raggiungere importanti ruoli decisionali e a rendersi conto della gravità dei danni causati da questo scetticismo nei confronti della parola scientifica. Tuttavia, teme che non vi sarà una possibilità per loro se non si faranno passi da gigante nella questione ambientale, rivolgendosi ancora una volta alla politica odierna.

Quanto è interessante?
4