Organismi "alieni" potrebbero contaminare la Terra, ecco in che modo

Organismi 'alieni' potrebbero contaminare la Terra, ecco in che modo
di

L'esplorazione spaziale è una costante che ci accompagnerà sempre di più in futuro. Le nostre navicelle spaziali che atterrano su altri pianeti, come ad esempio Marte, potrebbero trasportare dei microbi dalla Terra... e altri veicoli spaziali che arrivano da altri mondi potrebbero trasportare organismi "alieni" secondo un nuovo documento.

"La ricerca della vita oltre il nostro mondo è uno sforzo incredibile che potrebbe portare a una grande scoperta in un futuro non troppo lontano", ha affermato l'autore principale dello studio pubblicato sulla rivista BioScience, Anthony Ricciardi, professore di biologia alla McGill University di Montreal. "Tuttavia, di fronte all'aumento delle missioni spaziali è fondamentale ridurre i rischi di contaminazione biologica in entrambe le direzioni".

Gli autori dello studio chiedono uno sforzo comune tra gli esperti per cercare di limitare il rischio di "invasione" di specie "non planetarie". "Le forme di vita più plausibili sarebbero microbiche e probabilmente assomiglierebbero ai batteri", continua Ricciardi durante un'intervista condotta su LiveScience.

Gli umani hanno già "contaminato" un ambiente non terrestre. I ricercatori hanno citato la navicella spaziale israeliana Beresheet che si è schiantata sulla luna nel 2019 e che trasportava migliaia di tardigradi; uno studio successivo ha dedotto che le creature probabilmente non sarebbero sopravvissute all'impatto, ma l'incidente dimostra il potenziale di fuoriuscite biologiche.

I ricercatori suggeriscono di aumentare i protocolli di biosicurezza associati ai viaggi nello spazio, prima che sia troppo tardi.

Quanto è interessante?
3