Ormai l'80% degli introiti dell'industria musicale arrivano da Apple Music e Spotify

Ormai l'80% degli introiti dell'industria musicale arrivano da Apple Music e Spotify
di

Le piattaforme per ascoltare musica in streaming dominano totalmente il settore della musica. Per ogni 100$ generati dall'industria musicale, ben 80 derivano dall'ascolto e dalle licenze di canzoni e album si Apple Music, Spotify e app simili.

Solamente negli Stati Uniti durante i primi sei mesi del 2019 si è assistito ad una crescita del 26% dei ricavi prodotti dai servizi di musica in streaming. Come rivela la Recording Industry Association of America, Apple Music, Spotify, Prime Music e via dicendo hanno generato 4.3 miliardi di dollari. È l'80% dell'intera torta di ricavi ottenuti dall'industria musicale.

Nello stesso periodo, il numero di abbonamenti premium ai servizi in questione è cresciuto del 31%. Gli abbonamenti rappresentano il 62% dei ricavi del settore. Spotify ora ha 100 milioni di abbonati, mentre Apple Music ne ha 56 milioni. Numeri globali, questi, dato che negli USA Apple Music batte Spotiy.

La buona notizia è che se lo streaming musicale va molto bene, lo stesso si può dire anche di altri supporti. Vinili e CD hanno visto una crescita, rispettivamente, del 5% e 13%. Le vendite di album in formato CD valgono ancora quasi mezzo miliardo di dollari, mentre i vinili generano 224 milioni di dollari.

Nel frattempo le piattaforme si attrezzano per garantire sempre più possibilità di ascolto ai loro utenti, come Apple Music che ora si può ascoltare da browser.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4