OS X ed iOS: aumenta il tasso di vulnerabilità

di

Apple ha sempre puntato sulla sicurezza del proprio ecosistema, ma nel 2014 il colosso di Cupertino ha registrato un incremento delle vulnerabilità sia su OS X che iOS, i quali si sono piazzati al primo posto in un rapporto stilato da GFI. I ricercatori di sicurezza infatti rivelano che delle 147 vulnerabilità scoperte in Mac OS X, 64 sono di alta e 67 di media gravità, mentre la restante parte non rappresenta bug di sicurezza che possono rappresentare problemi per i dispositivi.

Al secondo posto troviamo iOS, con un totale di 127 vulnerabilità, divise in questo modo: 32 di alta gravità, 72 media e 23 bassa, mentre chiude il podio Linux, comunque molto distanziato da Windows Server 2008, mentre è da segnalare il basso numero di falle trovate in Windows 8, Windows 8.1 e Windows RT.
Riguardo OS X ed iOS, il rapporto non menziona quali versioni sono state analizzate, mentre dal fronte applicazioni quella più esposta ad attacchi e vulnerabilità è Internet Explorer. La creatura di Microsoft, infatti, è al primo posto nella classifica, con un numero quasi doppio rispetto a Google Chrome, al secondo posto, e Mozilla Firefox, terzo. E' interessante notare come in classifica ci siano molte applicazioni della suite Adobe e browser.

FONTE: Neowin
Quanto è interessante?
0