È stata osservata la prima (e gigantesca) eruzione stellare di una stella diversa dal Sole

È stata osservata la prima (e gigantesca) eruzione stellare di una stella diversa dal Sole
di

Un gruppo di ricercatori ha osservato per la prima volta la prima eruzione di una stella diversa dal nostro Sole. La stella in questione è HR 9024, ed ha emanato un intenso bagliore di raggi X seguito dall'emissione di una gigantesca bolla di plasma.

La ricerca è stata poi pubblicata nell'ultimo numero della rivista Nature Astronomy, ed è stata condotta attraverso i dati dell'Osservatorio a raggi X Chandra della NASA. Queste osservazioni confermano che l'espulsione di massa coronale (CME) sono prodotte in stelle magneticamente attive.

"La tecnica che abbiamo usato si basa sul monitoraggio della velocità dei plasmi durante un brillamento stellare", ha detto Costanza Argiroffi, dell'Università di Palermo, che ha guidato lo studio.

Il team ha analizzato un bagliore particolarmente favorevole, che ha avuto luogo sulla stella HR 9024 a circa 450 anni luce di distanza da noi. Questa osservazione ha mostrato agli scienziati che il materiale (con un temperatura tra i 10 e 25 milioni di gradi) viaggia ad una velocità tra i 362.000 e 1.448.406 chilometri orari.

"Non eravamo così sicuri che le nostre previsioni potessero corrispondere in questo modo con le osservazioni, perché la nostra comprensione dei bagliori si basa quasi completamente sulle osservazioni dell'ambiente solare, dove i bagliori più estremi sono anche centomila volte meno intensi" ha poi affermato Argiroffi.

I dati di Chandra hanno inoltre permesso di stabilire la massa dell'espulsione coronale, pari a circa un milione di miliardi di tonnellate, diecimila volte superiore alle più massicce CME lanciate nello spazio interplanetario dal Sole (pensate che i getti di plasma della nostra stella sono 500 volte più grandi della Terra).

La sonda Parker Solar Probe nel 2025 sarà a soli 6,1 milioni di km dalla superficie del Sole, questo ci permetterà di compiere studi mai fatti prima d'ora.

FONTE: phys.org/
Quanto è interessante?
8