È stato osservato un effetto inaspettato sui bambini che giocano ai videogame

È stato osservato un effetto inaspettato sui bambini che giocano ai videogame
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Giocare ai videogame fa male ai bambini? Sbagliato, secondo uno studio! Sulla prestigiosa rivista Scientific Reports, infatti, degli scienziati hanno trovato un beneficio inaspettato dei videogiochi sui bambini.

Gli addetti ai lavori hanno osservato un aumento del QI (Quoziente Intellettivo) nei soggetti che si intrattenevano con i giochi digitali. Sebbene la differenza nelle capacità cognitive fosse piccola e non sia sufficiente per mostrare una relazione causale, è sufficiente per essere degna di nota.

Contemporaneamente a ciò, guardare la TV e usare i social media non sembrava avere un effetto positivo o negativo sull'intelligenza. In particolare gli esperti hanno esaminato 9.855 bambini (di età compresa tra 9 e 10 anni) che passavano il loro tempo davanti uno schermo. I pargoli passavano in media 2,5 ore al giorno guardando la TV o video online, 1 ora giocando ai videogiochi e mezz'ora sui social network.

Nei soggetti dello studio che trascorrevano più tempo sui videogiochi è stato visto un aumento di 2,5 punti del QI, che si basava sulle prestazioni dei bambini in attività che includevano la comprensione della lettura, l'elaborazione visivo-spaziale e un'attività incentrata sulla memoria, il pensiero flessibile e l'autocontrollo (a proposito, è possibile aumentare il proprio quoziente intellettivo?).

"I nostri risultati supportano l'affermazione che il tempo passato davanti allo schermo non compromette le capacità cognitive dei bambini e che giocare ai videogiochi può effettivamente aiutare ad aumentare l'intelligenza", afferma il neuroscienziato Torkel Klingberg del Karolinska Institute in Svezia. In pratica: è meglio far passare il tempo dei bambini davanti ai videogame che di fronte alla TV o sui Social Media.

Quanto è interessante?
2