di

Esplorando l'oceano gli scienziati si imbattono in creature più o meno assurde. Raramente, però, incontrano creature eccezionali, che hanno visto soltanto pochissime volte. Un esempio è riportato nell'ultima osservazione del Monterey Bay Aquarium Research Institute (MBARI): è stato osservato, infatti, un pesce drago dalle pinne alte.

La creatura è stata osservata solo quattro volte in più di tre decenni. "Questi pesci vivono in penombra o nell'oscurità totale; quest'ultimo è illuminato solo dalla bioluminescenza", ha dichiarato lo scienziato senior presso MBARI Bruce Robison, che si trovava sulla nave da ricerca Western Flyer.

Sono tanti i pesci che hanno lati argentati che riflettono la luce ambientale per aiutarli a mimetizzarsi con l'ambiente circostante. Il carattere metallico, quasi bronzeo, della pelle del pesce drago dalle pinne alte (Bathophilus flemingi) ha probabilmente una funzione simile.

Il colore non è sempre questo: alcuni esemplari osservati in passato erano color rame, o ottone, o anche verde metallizzato. Potrebbero essere in grado di regolare il colore in base alle circostanze... ma non c'è abbastanza conoscenza sulla creatura per affermarlo.

Non sappiamo molto altro sul Bathophilus flemingi, ma può essere trovato a 300 metri sott'acqua, condivide la colonna d'acqua con una ricca diversità di specie tra cui calamari, crostacei e vermi, nonché alcuni mammiferi marini predatori. "Qualsiasi cosa più grande di questo pesce è un potenziale predatore", ha spiegato infine Robison. "È un mondo pericoloso per loro".

A proposito di strani incontri, ecco a voi una creatura che ha confuso per 100 anni gli scienziati.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2