di

Era il 5 Ottobre 2011 quando l'Italia ed il mondo si svegliava con la notizia shock della morte del fondatore di Apple, Steve Jobs. Una notizia che fece immediatamente il giro del mondo, con messaggi di cordoglio arrivati anche dai politici più importanti come l'allora presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

L'annuncio fu dato dalla moglie, Laureen Powell Jobs, che in un breve comunicato rivelò al mondo attraverso questo messaggio: "Steve è morto pacificamente oggi circondato dalla sua famiglia. Nella sua vita pubblica, Steve era conosciuto come un visionario; nella vita privata, amava la sua famiglia. Siamo grati alle molte persone che hanno pregato per Steve durante l'ultimo anno di malattia. Pubblicheremo un sito web per coloro che desiderano lasciare omaggi o ricordi. Siamo grati per il supporto e la gentilezza di coloro che condividono i nostri stessi sentimenti per Steve. Sappiamo che molti di voi piangeranno con noi e vi chiediamo di rispettare la nostra privacy ed il nostro dolore".

Tra i messaggi di cordoglio anche quelli di coloro che erano stati rivali di Jobs da sempre, come l'amministratore delegato e fondatore di Microsoft, Bill Gates, che volle ricordare l'apporto dato da Steve al mondo.

Jobs era da tempo malato di tumore al pancreas, e si era sottoposto ad un intervento chirurgico, ma nel 2009 fu costretto ad abbandonare Apple per sottoporsi alle cure mediche.

Il suo successore, Tim Cook, attraverso un messaggio pubblicato sul proprio account ufficiale Twitter ha voluto ricordare l'ex CEO: "Steve mi ha mostrato - e lo ha fatto a tutti - cosa significa servire l'umanità. Ci manca, oggi ed ogni giorno, e non dimenticheremo mai il suo esempio".

Quanto è interessante?
6

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it