Pagamenti e POS: il Governo anticipa al 30 Giugno la doppia multa

Pagamenti e POS: il Governo anticipa al 30 Giugno la doppia multa
di

Come ampiamente preannunciato ieri, il Governo ha approvato la stretta sui pagamenti elettronici e nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che prevede il completamento di 45 obiettivi entro fine Giugno, ha introdotto le multe per gli esercenti che dal 30 Giugno 2022 non saranno dotati di POS.

L’obbligo di essere dotati di POS per esercenti e professionisti è già previsto dal 2013, quando il Governo Monti l’aveva introdotto per ridurre al minimo l’evasione fiscale sulle microtransazioni. Lo stesso decreto aveva anche previsto una multa per i soggetti inadempienti a partire dal 1 Gennaio 2023, ma l’esecutivo di Mario Draghi ha deciso di anticipare e coloro che dal 30 Giugno 2022 non saranno dotati di POS dovranno pagare una doppia sanzione.

La prima sarà di 30 Euro, ma è previsto un sovrapprezzo pari al 4% del valore della transazione per cui è stato rifiutato il pagamento elettronico.

Confermate anche le indiscrezioni emerse in precedenza che volevano l’introduzione di alcune modifiche alla Lotteria degli Scontrini: il Fisco chiederà l’invio obbligatorio all’Agenzia delle Entrate di tutte le transazioni effettuate con monete digitali, sempre per stare l’evasione fiscale.

Infine, è previsot anche un giro di vite su bonus ed incentivi allo scopo di contrastare le frodi e rendere obbligatoria la comunicazione agli enti preposti.

Quanto è interessante?
7