Il Parlamento europeo adotta DSA e DMA: rivoluzione per le Big Tech

Il Parlamento europeo adotta DSA e DMA: rivoluzione per le Big Tech
di

È ormai dalla fine del 2020 che si discute di grandi cambiamenti relativi al cosiddetto Digital Services Package, ovvero al nuovo codice UE per i servizi digitali. Ebbene, dopo quasi due anni è arrivata l'adozione da parte del Parlamento europeo di Digital Services Act (DSA) e Digital Markets Act (DMA).

Sono dunque in vista grandi novità per le Big Tech. In particolare, stando anche a quanto riportato da ArsTechnica e MacRumors, nonché come ufficializzato sul portale ufficiale della Commissione europea, si è deciso di adottare quello che viene definito "un primo regolamento completo per le piattaforme online da cui tutti dipendiamo nella nostra vita quotidiana".

Si punta dunque a porre le basi per il futuro del mondo tech, mirando alla realizzazione di "uno spazio digitale più sicuro e aperto, fondato sul rispetto dei diritti fondamentali". Entusiaste le dichiarazioni di Margrethe Vestager, Commissario europeo per la concorrenza, che ha affermato che si tratta di "una regolamentazione forte e ambiziosa relativa alle piattaforme online. Il Digital Services Act protegge i diritti degli utenti online, mentre il Digital Markets Act crea mercati online equi e aperti.

Ad esempio, l'incitamento all'odio illegale può essere affrontato anche online. Inoltre, i prodotti acquistati online devono essere sicuri. Le grandi piattaforme dovranno astenersi dal promuovere i propri interessi, dovranno condividere i propri dati con altre aziende e dovranno abilitare più app store. Le dimensioni influiscono sulla responsabilità: quando rappresenti una grande piattaforma, ci sono cose che devi fare e cose che non puoi fare".

Da non sottovalutare il punto di vista di Thierry Breton, Commissario europeo per il mercato interno e i servizi, che ha affermato: "10 anni fa si voltava pagina sulle banche "troppo grandi per fallire". Ora, con DSA e DMA, stiamo voltando pagina su piattaforme "troppo grandi per preoccuparsene". Stiamo finalmente costruendo un mercato digitale unico".

Insomma, si tratta di una rivoluzione per il mondo delle Big Tech, che dovranno attenersi a quanto previsto da DSA e DMA in tutta l'UE. Quanto manca all'entrata in vigore delle norme? I prossimi passi non sono poi molti: in seguito all'adozione del pacchetto in prima lettura da parte del Parlamento europeo nella giornata del 5 luglio 2022, i testi relativi a Digital Services Act e Digital Markets Act dovranno venire formalmente adottati dal Consiglio dell'Unione europea. Di lì in poi DSA e DMA verranno pubblicati in Gazzetta ufficiale ed entreranno in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. In parole povere, il punto di svolta dovrebbe arrivare entro l'autunno 2022.

In ogni caso, i temi coinvolti in DSA e DMA sono molti, dunque potreste voler dare un'occhiata al nostro approfondimento sul Digital Services Act, nonché a quanto previsto dal Digital Markets Act.

Quanto è interessante?
6
Il Parlamento europeo adotta DSA e DMA: rivoluzione per le Big Tech