Ecco il "passatempo degli antichi": scoperto un gioco da tavolo di 4.000 anni fa

Ecco il 'passatempo degli antichi': scoperto un gioco da tavolo di 4.000 anni fa
di

Chiunque, almeno una volta nella propria vita, ha provato l’ebrezza di sedersi attorno a un tavolo e fronteggiare amici e parenti in uno degli innumerevoli giochi che popolano il palco dell’intrattenimento da tavolo. Ebbene non siamo gli unici ad indulgere nei piaceri ludici, persino 4.000 anni fa le persone si intrattenevano con giochi da tavolo.

Il team di ricerca del Centro polacco di archeologia mediterranea dell'Università di Varsavia, durante gli scavi in alcuni insediamenti risalenti all’età del bronzo e del ferro, nei pressi del villaggio di Ayn Bani Saidah, nella regione di Oman, ha portato alla luce un gioco da tavolo risalente a 4.000 anni orsono. In relazione a tali passatempi analogici, di recente, si è assistito ad un boom dei giochi da tavolo tra i millennials per la pandemia.

Lo scavo odierno fa parte di un più ampio e organico progetto di studio per constatare la presenza e studiare lo sviluppo degli antichi insediamenti all'interno della Qumayrah Valley, presso le vette rocciose dell’Oman settentrionale.

A fornire sprone e materia propulsiva per le ricerche sono stati i risultati delle prime indagini condotte, che hanno appurato la presenza di rudimentali accampamenti preistorici, con annesse sepolture e strutture di vario genere.

La valle di Qumayrah è nota per la ricchezza di resti di interesse archeologico e presenta una lunga formazione ad “L” che si estende per 10km attraverso la catena montuosa di Jebel Hajar. Tale passaggio è stato associato ad un’antica via di transito che permetteva il collegamento tra l’odierno sito archeologico di Bat, Buraimi e Al-Ayn, oltre alle zone costiere e la città di Sohar, fungendo quasi da crocevia.

I ricercatori hanno scovato un insediamento risalente ad un periodo compreso tra il 2.500 e il 2.000 a.C., rinvenendo reperti ascrivibili a porzioni di edifici e torri di forma circolare dell’età del bronzo.

La scoperta più incredibile e affascinante, effettuata grazie allo studio odierno, è Il ritrovamento di un antico gioco da tavolo. Dall’analisi del reperto è stato possibile appurarne le caratteristiche. Si tratta, infatti, di una lastra di pietra finemente incisa e contrassegnata da una serie di buche a forma di coppa. Tale struttura ricorrente, confrontata a precedenti ritrovamenti affini, localizzati in India, Mesopotamia e sulle coste orientali del Mediterraneo, ha permesso di ricondurre il reperto alla sua funzione ludica. Chissà se tale passatempo avrebbe potuto competere con il gioco da tavolo più difficile di sempre.

Concomitantemente gli scienziati hanno rinvenuto tracce di lavorazione del rame, permettendo di ipotizzare il ruolo di spicco dell’insediamento nel commercio del metallo, di cui la regione di Oman era uno dei fulcri all’epoca preistorica.

"L'abbondanza di tracce di insediamenti di epoche diverse dimostra che questa valle è stata un luogo importante nella preistoria, e forse anche nella storia dell'Oman" conclude Piotr Bieliński, professore del Centro polacco di archeologia mediterranea.

In calce alla notizia vi proponiamo un’immagine dell’antico gioco da tavolo, appartenente a J.Sliwa e al Centro polacco di archeologia mediterranea dell'Università di Varsavia.

Quanto è interessante?
11
Ecco il 'passatempo degli antichi': scoperto un gioco da tavolo di 4.000 anni fa