Paul McCartney contro Governo ed Assomusica per i voucher dei concerti: "scandalosi"

Paul McCartney contro Governo ed Assomusica per i voucher dei concerti: 'scandalosi'
di

Duro attacco di Paul McCartney al Governo Italiano ed Assomusica per la decisione di rimborsare i biglietti dei concerti annullati a causa del Coronavirus sotto forma di voucher. La scelta dell'Esecutivo ha scatenato le polemiche dei fan ed è stata anche lanciata una petizione, ed oggi trova nell'ex Beatle un alleato.

In un lungo comunicato pubblicato sulla propria pagina Facebook, Paul McCartney afferma che è "veramente scandaloso che coloro che hanno pagato un biglietto per uno show non possano riavere i loro soldi", e sottolinea che "a tutti i fan degli altri Paesi che avremmo visitato quest’estate è stato offerto il rimborso completo. L’organizzatore italiano dei nostri spettacoli ed i legislatori italiani devono fare la cosa giusta in questo caso. Siamo tutti estremamente dispiaciuti del fatto che gli spettacoli non possano avvenire ma questo è un vero insulto per i fan".

McCartney nella dichiarazione mette al centro dell'industria i fan, senza cui "non ci sarebbe musica dal vivo", ecco perchè si è detto "fortemente in disaccordo con ciò che il Governo Italiano ed Assomusica hanno atto".

Il tour estivo di Paul McCartney è stato cancellato il 7 Maggio 2020, ma come avvenuto anche per altri eventi in programma nei prossimi mesi, i ticket sono stati trattenuti da promoter.

La lista dei concerti annullati causa Coronavirus è molto ampia. Il voucher può essere richiesto direttamente attraverso il sito web ufficiale di Ticketone.

Quanto è interessante?
4