Paura per l'ISS, modulo russo accende i propulsori e la spinge per un glitch

Paura per l'ISS, modulo russo accende i propulsori e la spinge per un glitch
di

Un glitch. Questa sarebbe la causa di quanto accaduto con il modulo russo che, una volta raggiunta l'ISS (Stazione Spaziale Internazionale), ha inaspettatamente acceso i propulsori e causato una spinta. Sono stati momenti di paura: pensate che l'ISS è ruotata su sé stessa di 45 gradi.

Ebbene, stando anche a quanto riportato da The Verge e Gizmodo, dietro all'accadimento ci sarebbe un problema software. Più precisamente, l'Agenzia Spaziale russa, la Roscosmos, ha affermato che si sarebbe verificato un glitch "di breve durata". In parole povere, a quanto pare il software avrebbe attivato in modo errato la procedura per allontanarsi dalla Stazione Spaziale Internazionale. Chiaramente, verranno presto effettuate ulteriori indagini per comprendere al meglio l'accaduto.

Come già accennato in precedenza, l'ISS è stata spostata "fuori rotta" di 45 gradi dal modulo chiamato Nauka. La NASA aveva perso il controllo del posizionamento della Stazione, ma per fortuna tutto è tornato alla normalità grazie all'utilizzo dei propulsori di un altro modulo russo. Adesso anche il modulo Nauka, ovvero quello che ha causato il problema, funziona correttamente.

Insomma, alla fine si è riusciti a "ripristinare" tutto. Tuttavia, l'accaduto ha per forza di cose fatto rinviare il lancio della capsula Starliner di Boeing, che era previsto per il 30 luglio 2021. Il test senza equipaggio verrà effettuato il 3 agosto 2021.

Per il resto, la Roscosmos ha pubblicato un comunicato ufficiale sulla vicenda.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
8
Paura per l'ISS, modulo russo accende i propulsori e la spinge per un glitch