PayPal lancia PYUSD, la sua stablecoin: "sarà sostenuta dal Dollaro"

di

L'ultimo anno è stato segnato da una lenta ripresa di Bitcoin e delle altre criptovalute, ma anche da grandi scandali finanziari che hanno coinvolto, tra le altre, aziende del calibro di Coinbase e Binance. Mentre pare che il settore crypto stia per riprendersi, ecco che anche PayPal lancia il suo stablecoin.

La notizia è arrivata tramite un comunicato stampa di PayPal e un video trasmesso su YouTube: la compagnia fondata da Elon Musk ha lanciato il suo stablecoin PayPal USD, o PYUSD. Trattandosi di uno stablecoin, il token di PayPal dovrebbe essere al sicuro dalle profonde oscillazioni del mercato delle criptovalute, risultando un asset tutto sommato più sicuro di Bitcoin e compagnia.

Tuttavia, dal momento che il caso dello StableCoin Terra LUNA è ancora impresso nella mente della community, PayPal ha dichiarato che il suo token è "completamente sostenuto da depositi in Dollari" (e non in altri asset o altre criptovalute, come avvenuto per Terra e per altri stablecoin in circolazione). Inoltre, PayPal ha spiegato che la valuta può essere comprata e venduta sul sito web di PayPal per 1,00 Dollari in ogni momento. In altre parole, PayPal scommette sul fatto che PYUSD aumenterà di prezzo nei prossimi giorni, o quantomeno manterrà un costo stabile.

Utilizzando PayPal USD, sarà possibile effettuare pagamenti tra persone fisiche, comprare prodotti online e trasferire denaro tra account PayPal diversi, esattamente come si farebbe con Euro, Dollari e altre valute supportate dal servizio. Ovviamente, tutte queste valute saranno anche supportate per la conversione in PYUSD con un tasso pari a quello per la conversione in Dollari.

PayPal USD è stato lanciato oggi, lunedì 7 agosto 2023, e sarà disponibile "nelle prossime settimane" per tutti gli utenti PayPal negli Stati Uniti dotati di un account PayPal Balance. Lo stablecoin potrà anche essere utilizzato sulla popolare app per micro-pagamenti Venmo (anch'essa di proprietà di PayPal), mentre non sappiamo se il token verrà reso disponibile anche per gli altri utenti globali del servizio.