Uno scienziato ha provato a fare mining di Bitcoin usando il Computer del Saturn V

Uno scienziato ha provato a fare mining di Bitcoin usando il Computer del Saturn V
di

L'informatico Ken Shirriff si è fatto un nome nella scena grazie alla sua abilità di restaurare antichi computer e terminali riportandoli quasi a condizioni di fabbrica. Uno degli ultimi trionfi di Shiriff? Il restauro dell'Apollo Guidance Computer, il computer di bordo usato dagli astronauti del Programma Apollo e sul Saturn V.

Una volta reso operativo l'Apollo Guidance Computer qual è l'ovvio passo successivo? Minare bitcoin, no? No. Però Shirriff ci ha provato lo stesso, come racconta in un divertente e interessante articolo pubblicato sul suo blog.

"Tentare il mining di bitcoin su un computer degli anni 60 sembrava sia inutile che anacronistico, quindi ho dovuto per forza fare tentativo", ha rivelato con sarcasmo.

La prima vera sfida, racconta Shirriff, è stata quella di tentare di riscrivere l'algoritmo alla base dei bitcoin per un sistema a 15-bit come quello dell'Apollo Guidance Computer. Eppure l'informatico c'è riuscito, andandosi a schiantare immediatamente dopo sul problema successivo: per estrarre un singolo blocco di Bitcoin l'Apollo Guidance Computer ha bisogno di... grossomodo un'eternità.

Il computer di bordo del Saturn V viaggia a circa 10.3 secondi per Bitcoin hash, quando la difficoltà della blockchain in questo momento è su 65 EH/s (65 "quintillion" di hash al secondo).

In altre parole, quanto ci metterebbe a concludere l'operazione ed estrarre il blocco? "Prendete l'età dell'universo, e moltiplicatela per un milione". Che dire, era intuibile.

FONTE: righto.com
Quanto è interessante?
3