Una pellicola protettiva ha reso inefficace il sensore per le impronte del Galaxy S10

Una pellicola protettiva ha reso inefficace il sensore per le impronte del Galaxy S10
di

E' pratica comune tra i possessori di smartphone top di gamma applicare sugli schermi le pellicole protettive per evitare danni. La storia che arriva dall'Inghilterra però ha dell'incredibile: una pellicola montata sul Galaxy S10 ha infatti completamente mandato in tilt il sistema di riconoscimento delle impronte digitali.

La storia, riportata dal Sun con tanto di video allegato, ha come protagonista Lisa Neilson, una 34enne che dopo aver acquistato il nuovo smartphone top di gamma della società coreana ha deciso di applicare una pellicola da 2,70 Sterline. Tuttavia, poco dopo si è resa conto che lo strato protettivo ha letteralmente reso inefficace il sensore per le impronte digitali, che consentiva a chiunque di accedere al suo smartphone, trasferire fondi ed aprire le applicazioni finanziarie.

La prima prova l'ha effettuata appoggiando sullo schermo un dito diverso rispetto a quello memorizzato al momento della configurazione del sensore. Ma la conferma definitiva di quella che inizialmente era solo un'idea l'ha avuta quando il marito ha tentato di sbloccare il cellulare con il suo dito: la procedura è andata a buon fine, e lo stesso è valso anche per la madre e la sorella di Lisa.

Le motivazioni non sono note, ma immediata è partita la segnalazione a Samsung che si è già messa in contatto con Lisa per indagare sulle motivazioni. "Il ragazzo del servizio clienti con il controllo remoto dello smartphone ha verificato tutte le impostazioni e poi ha riconosciuto che potrebbe trattarsi di un problema di sicurezza" ha affermato Lisa.

Un portavoce di Samsung ha affermato che "stiamo indagando sulla vicenda. Consigliamo agli utenti di utilizzare solo accessori autorizzati".

Quanto è interessante?
5