Per la prima volta in sei anni calano le spedizioni di smartphone in Cina

di

Negli ultimi anni la Cina è stato uno dei pochi mercati in cui le spedizioni di smartphone sono sempre aumentate, ma a quanto pare la tendenza è in fase di inversione, almeno secondo quanto riportato dai ricercatori americani di IDC.

Secondo un nuovo rapporto pubblicato oggi, per la prima volta in sei anni, le spedizioni di cellulari in Cina sarebbero calate del 4% a 98,8 milioni di unità nel primo trimestre del 2015. Si tratta di un calo dell'8% rispetto al trimestre precedenza e secondo gli stessi il tutto è da imputare alla grande quantità di spazi pubblicitari rimasti invenduti dalla fine del 2014.
La sensazione, si legge nel rapporto, è che la Cina abbia perso il titolo di “mercato emergente” ed ora si può ampiamente paragonare a nazioni come gli Stati Uniti ed il Regno Unito. “Proprio come questi mercati, ora bisognerà portare delle caratteristiche nuove per convincere gli utenti a cambiare smartphone. Il mercato cinese si avvia verso la saturazione” afferma l'amministratore delegato Kitty Fok.
Il principale produttore del paese, comunque, resta Apple, soprattutto grazie ai due nuovi iPhone 6 ed iPhone 6 Plus, la cui domanda resta comunque stabile, a discapito degli altri rapporti secondo cui Xiaomi sarebbe al primo posto nella classifica locale.
Questa saturazione, però, non è detto coincida con una certa stabilità: nell'ultimo anno Samsung e Lenovo si sono alternati come leader del mercato in termini di dispositivi spediti, e lo stesso discorso si può estendere anche a Xiaomi ed Huawei.  

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0