Perché la maggior parte dei bambini nasce di notte? Le scimmie ci danno la risposta

Perché la maggior parte dei bambini nasce di notte? Le scimmie ci danno la risposta
di

I primati condividono molte cose con gli esseri umani. Tra le tante cose, infatti, queste creature partoriscono principalmente durante il loro momento meno attivo della giornata, ovvero durante la notte, esattamente come noi. Non è chiaro il motivo per cui la maggior parte dei bambini viene al mondo in questo periodo, ma forse abbiamo una risposta.

Un nuovo studio sulle scimmie Vervet ha scoperto che potrebbe esserci un legame con la temperatura corporea. Il documento, pubblicato sulla rivista Biology Letters, ha esaminato queste scimmie selvatiche (Chlorocebus pygerythrus) per approfondimenti sui modelli di parto (sapete che le grandi scimmie della Terra sono in pericolo?).

I loro dati hanno rivelato che la temperatura corporea delle madri (24 di queste creature) è diminuita durante il travaglio. "I nostri risultati suggeriscono che potrebbero esserci importanti conseguenze termiche legate ai tempi di nascita dei primati", affermano gli autori dello studio. "Utilizzando tecnologie di bio-registrazione all'avanguardia, dimostriamo che i tempi delle nascite notturne si sincronizzano sia con il ritmo circadiano materno, sia con le condizioni ambientali".

Questa efficienza termica vista nelle scimmie potrebbe verificarsi anche negli esseri umani; l'abbassamento della temperatura corporea è tuttavia legata al ritmo circadiano piuttosto che alla posizione del Sole, quindi per i primati notturni, la loro finestra di parto ottimale è probabile durante il giorno, quando di solito riposano.

Secondo uno studio del 2018, il 71,5% delle nascite spontanee umane è avvenuto di sera e nelle prime ore del mattino, principalmente tra mezzanotte e le 6:00... e forse adesso potremmo aver capito perché. Servono, però, altri studi in grado di confermare quanto scoperto.

A proposito, recentemente una regina delle scimmie è salita al potere con un colpo di stato. Incredibile, vero?

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2