Perché il cielo è azzurro? La risposta viene dalla nostra atmosfera

Perché il cielo è azzurro? La risposta viene dalla nostra atmosfera
di

Dalla prospettiva degli astronauti sarebbe facile capire perché il nostro pianeta è noto con il nome di pianeta azzurro. Noi che siamo sulla sua superficie e alziamo lo sguardo in alto, non siamo accolti dalla tipica oscurità dello spazio, ma da un cielo che si tinge dei toni del blu. Vi siete mai chiesti, dunque, come mai il cielo è azzurro?

Il primo passo per rispondere a questa domanda sta nel prendere in considerazione la luce emanata dalla nostra stella, il sole. Questo immenso corpo celeste emette un'incredibile quantità di energia che giunge a noi sotto forma di luce, meglio nota come radiazione solare. Il segreto che sta alla base della colorazione del nostro cielo è rappresentato dall’interazione tra la luce proveniente dal sole e le particelle di gas che compongono l’atmosfera.

La luce del sole è definita luce bianca, ovvero quella radiazione elettromagnetica che ha in sé tutte le "colorazioni", definite più precisamente lunghezze d’onda dello spettro luminoso. La radiazione solare, dopo aver viaggiato nello spazio profondo, raggiunge e colpisce la nostra atmosfera provocando un'oscillazione di elettroni e protoni, contenuti nelle molecole dei gas che la compongono.

Una volta avvenuta questa interazione le molecole gassose proiettano le radiazioni elettromagnetiche della luce solare incidente, rifrangendole in tutte le direzioni. La luce blu dello spettro viene dispersa maggiormente delle altre lunghezze d'onda dello spettro perché è caratterizzata da una bassa lunghezza d’onda e da un'alta frequenza. Per questo motivo il cielo ci appare con diverse sfumature del blu e dell’azzurro. Quando osserviamo un punto del cielo, vediamo solo la luce che è stata rifratta dall'atmosfera che incrocia la nostra linea visiva e viene percepita dagli occhi.

Infatti, a seconda del grado di incidenza e dalla prospettiva da cui guardiamo il cielo, le tonalità dello spettro blu cambiano. Nei pressi dell'orizzonte, il cielo sfuma in un azzurro o bianco più chiaro, poiché la luce che raggiunge l’occhio ha attraversato una maggiore quantità d’aria ed è stata rifratta di più a differenza di quella che osserviamo provenire dall'alto se alziamo la testa perpendicolarmente al suolo, che apparirà di un blu più intenso.

La nostra atmosfera rappresenta un fenomeno fisico molto affascinante, che non solo ci permette di trasformare l'oscurità dello spazio in un vasto mare azzurro ma, abbracciando l'intero pianeta in una sorta di "cupola protettiva", protegge l'uomo e la biodiversità naturale dalle componenti dannose dei raggi del sole ( il cui colore non è nemmeno giallo).

Quanto è interessante?
6