Perché i dottori indossano il loro, ormai classico, camice bianco?

Perché i dottori indossano il loro, ormai classico, camice bianco?
di

L'immagine per eccellenza del dottore è con indosso il suo classico camice bianco e lo stetoscopio al collo. Un abito universalmente conosciuto. Tuttavia, questo colore candido e lucente non è sempre stato utilizzato dai medici, che prima erano soliti utilizzare un elegante - ma inusuale al giorno d'oggi - abito nero.

Nel 19esimo secolo, o ancor prima, l'abbigliamento nero era considerato formale e sobrio, più appropriato al tono generale delle visite mediche. Era, inoltre, anche molto più facile nascondere macchie e sporcizia su un indumento scuro rispetto a uno chiaro, per questo la scelta del colore scuro è stata preponderante all'epoca.

Tuttavia, entro la fine del XIX secolo, medici e scienziati iniziarono a rendersi conto dell'importanza di mantenere le strutture il più pulite possibile, così da prevenire la crescita di batteri e la diffusione di malattie infettive. La scelta del bianco fu quasi obbligatoria, poiché si tratta di un colore che permette con estrema facilità di non nascondere macchie e sporcizia.

Il colore bianco rappresentava anche qualcos'altro: verità e trasparenza. Tale "salto" avvenne abbastanza rapidamente, così come testimoniano i dipinti dell'artista americano Thomas Eakins: nella sua opera del 1875 The Gross Clinic, i medici sono tutti vestiti di nero, mentre nell'altra opera The Agnew Clinic - realizzata meno di 15 anni dopo - i medici vengono raffigurati con camici bianchi e splendenti.

Quanto è interessante?
5
Curiosità ScientificheCuriosità Scientifiche