Perché i fenicotteri stanno su una gamba sola? Rispondere è difficile

Perché i fenicotteri stanno su una gamba sola? Rispondere è difficile
di

I fenicotteri sono degli animali davvero fuori dal comune e sono molte le "stranezze" intorno a loro conto. Ad esempio, per quale motivo stanno su una gamba sola? Potrebbe sembrare una domanda banale, ma in realtà è sorprendentemente difficile rispondere al quesito, e molti zoologi esperti hanno offerto diverse teorie negli ultimi decenni.

Secondo uno studi del 2017, infatti, questi volatili possono sostenere il loro peso corporeo su una gamba senza alcuna attività muscolare, ma non riescono a mantenere l'equilibrio utilizzando due gambe. I ricercatori scoprirono anche che i fenicotteri vivi in ​​uno zoo oscillano meno quando stanno su una gamba sola.

La creatura ha una temperatura media di 41 °C e tende a perdere calore più velocemente degli umani quando si trova su un terreno esposto all'aria esterna. Con due gambe per terra, i fenicotteri perderebbero più calore corporeo del previsto; invece utilizzando una sola gamba perdono molto meno calore. Questa è stata la conclusione di uno studio del 2009.

Come sempre ci sono anche altre teorie: secondo il parere degli esperti, potrebbero stare su una gamba sola per ridurre l'affaticamento muscolare e consentire loro di scappare più in fretta in vista di un predatore; un'altra teoria suggerisce anche che i fenicotteri, così come balene e delfini, siano essenzialmente in grado di spegnere metà del loro cervello durante il sonno. Stare su una gamba, quindi, è un riflesso naturale che li aiuta a mantenere l'equilibrio e impedisce loro di cadere.

C'è da dire una cosa: per adesso nessuna di queste teoria è stata confermata ufficialmente e, sostanzialmente, il motivo per cui i fenicotteri stiano su una gamba sola è ancora un mistero. Queste creature sono davvero incredibili: le amicizie nel mondo dei fenicotteri durano anni, si sposano e hanno nemici comuni... mentre altre specie nidificano vicino ad acque corrosive simili alla candeggina.

FONTE: zmescience
Quanto è interessante?
3