Perchè nelle foto dei pianeti, o della superficie lunare, non si vedono stelle?

Perchè nelle foto dei pianeti, o della superficie lunare, non si vedono stelle?
di

Vi sarà capitato: guardate una nuovissima immagine pubblicata dalla NASA, o anche guardando le vecchie foto scattate sulla Luna, e vi chiedete "ma perchè non si vedono le stelle?". La spiegazione è molto semplice e riguarda esclusivamente la tecnica fotografica!

D'altronde possiamo capirvi, vi immaginate in quella situazione: il buio, l'assenza di inquinamento luminoso; il cielo deve per forza essere una meraviglia assoluta, le stelle riempire la volta e mostrare uno spettacolo fuori dal normale. E vi posso subito confermare una cosa: lo è assolutamente. Qualsiasi astronauta sia stato lassù ha descritto, oltre alla bellezza dell'osservare il proprio pianeta, la propria casa; la bellezza dell'osservare il cielo e vedere una quantità di stelle sconfinata, uno spettacolo che solo che vive lontano dalle luci delle città può provare ad immaginare (ma senza riuscirci davvero). E poi si scatta la foto, e le stelle non ci sono. Una delusione.

Ma chiunque sappia qualcosina di fotografia può provare ad indovinare il perchè! È tutta una questione di tecnica fotografica, che in questo caso riguarda principalmente il tempo di esposizione. E cosa è il tempo di esposizione? È la quantità di tempo che il sensore rimane aperto per catturare la luce. Più rimane aperto e più si riusciranno a vedere dettagli anche al buio, ma se c'è troppa luce e si tiene un tempo di esposizione troppo alto, la fotografia risulterà bianca. C'è infatti un grosso problema quando si scatta una foto: si deve sempre sapere molto bene cosa si sta fotografando. Ad esempio, Hubble ha fotografato senza problemi una stella morente. Ma, sempre Hubble, ha scattato una foto di Giove. Potete osservare le differenze.

Infatti le stelle, per quanto luminose, sono nulla in confronto alla luce riflessa da un pianeta, o dalla Luna (relativamente al fotografo). Se si volesse scattare una foto alle stelle dovremmo impostare un tempo di esposizione sufficientemente lungo da impressionarle, che però sarebbe esageratamente lungo, considerando la presenza di una enorme fonte di luce così vicina all'obiettivo. Nel tentare di fotografare le stelle, finiremmo con una foto quasi completamente bianca.

E se riduciamo il tempo di esposizione? Vediamo molto bene il pianeta, catturiamo una piccola parte della grande quantità di luce che esso ci invia, sufficiente per concentrarci sui dettagli che davvero ci interessano. D'altronde una foto della superficie lunare vuole mostrarci la superficie lunare. E una foto di Giove vuole mostrarci Giove. Le stelle? Non sono sufficientemente luminose per rientrare nel quadro. D'altronde vi sarà capitata la stessa cosa nel provare a fotografare due amici, di cui uno al sole ed uno all'ombra. Vi siete di sicuro accorti che, impostando la macchina per fotografare il vostro amico al sole, l'altro risulterà completamente nero, avvolto nell'ombra; mentre impostando la macchina con un tempo di esposizione più lungo, atto a catturare il vostro amico all'ombra, finirete per avere la parte al sole troppo luminosa, bianca persino. Si riduce tutto ad una scelta: cosa volete fotografare?

Quanto è interessante?
8
Perchè nelle foto dei pianeti, o della superficie lunare, non si vedono stelle?