Perché molti gruppi Facebook sono passati da chiusi a segreti?

Perché molti gruppi Facebook sono passati da chiusi a segreti?
di

Chi ha un profilo su Facebook ha sicuramente notato uno strano fenomeno: tra oggi e ieri decine di gruppi sono strati trasformati dai loro amministratori in gruppi segreti, non rintracciabili dal motore di ricerca interno al social. Cosa è successo? Tutto parte da un clan di troll indonesiani.

La prima vittima di quella che è stata chiamata "Groupocalypse" è stato Crossovers Nobody Asked For (CNAF), un gruppo per la condivisione di meme con quasi mezzo milione di membri. Il gruppo è stato infatti cancellato senza apparente motivo, cogliendo tutti i membri alla sprovvista. Subito dopo il ban gli amministratori hanno deciso di creare un nuovo gruppo: "Crossovers Nobody Asked For Season 2". Ma anche questo viene eliminato, dopo nemmeno 24 ore.

Il panico, nessuno capisce cosa sia successo. Che siano cambiate le policy del social network (ed effettivamente quelle sulle live sono mutate)? Qualcuno ha condiviso qualche edge meme di troppo?

Poi la rivelazione: viene condiviso uno screen preso da un altro gruppo chiamato Indonesian Reporting Commission (IReC), dove gli utenti di quello che sembra un autentico clan ben organizzato di troll festeggiano l'eliminazione di CNAF, e di molti altri gruppi. L'arcano viene svelato: alcuni indonesiani avevano iniziato una campagna di trolling a livello globale, infiltrandosi nei gruppi con più utenti, condividendo materiale gore o comunque non consentito dalle policy del social, e quindi segnalando in massa i contenuti. La conseguenza è l'eliminazione definitiva del gruppo in poche ore. Sarebbero almeno una ventina i gruppi messi fuori gioco in questo modo.

Il panico si è diffuso rapidamente, portando la maggior parte degli amministratori delle community più grosse a prendere la misura più ovvia: far scomparire le loro pagine dai radar, impostando la privacy da gruppo chiuso in "gruppo segreto". Il che ha una conseguenza non da poco: passate 24 ore dal cambio, la decisione non può essere invertita per almeno 28 giorni. Insomma, nessun nuovo utente può più unirsi (se non invitato) per quasi un mese.

Nel frattempo è arrivata una risposta ufficiale di Facebook: il social sta lavorando per ripristinare i gruppi bannati, e sta anche cercando di capire come evitare che il problema si ripeta.

Recentemente Facebook ha chiuso anche 23 pagine italiane che condividevano bufale. Ma in questo caso i segnalatori indonesiani non c'entrano nulla.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4